L’Amministrazione comunale di Gaeta qualche anno fa non ha voluto costituire l’Osservatorio Comunale contro la criminalità. Vediamo ora Formia!!! Chi di dovere tenga conto anche di questi elementi…

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA E MOVIMENTO 5 STELLE DI FORMIA SI SONO PRONUNCIATI FAVOREVOLMENTE PER L’ISTITUZIONE DELL’OSSERVATORIO COMUNALE CONTRO LA CRIMINALITA’ PROPOSTO DALL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO
Pronti – ci hanno comunicato entrambi -a raccogliere il numero delle firme fra i cittadini previsto dallo Statuto comunale per presentare una proposta popolare al Consiglio Comunale.
Con la speranza che ciò non si renderà necessario dopo che il Sindaco Bartolomeo pubblicamente ha dichiarato di volerlo costituire, ringraziamo gli amici del PRC e del M5S di Formia per la loro sensibilità e la disponibilità manifestata nei confronti dell’Associazione Caponnetto riconosciuta ormai quasi da tutte le persone perbene come un baluardo insostituibile contro le mafie, il malgoverno e la corruzione.
Anni di lavoro duro a raccogliere nel silenzio e nella discrezione notizie sensibili, ad indagare sugli intrecci affaristici, sulle relazioni amicali o parentali fra i soggetti, a fare visura camerali e catastali, a spulciare fra i precedenti di ognuno, a consultare i nostri archivi, a confezionare relazioni, a collegare i dati ed a confrontarli con altri, ci hanno portato a costruire un quadro abbastanza esaustivo che configura nitidamente la situazione criminale sul territorio di Formia e dell’intero sud pontino.
E’ ovvio che si tratta di notizie delicatissime e riservatissime che non possono essere rese pubbliche raccolte per uso interno e, al più, di pochissimi soggetti preposti.
Possiamo dire, comunque, con una certa punta di orgoglio – che
gli amici vorranno perdonarci – che, grazie al lavoro certosino
fatto da uno sparutissimo manipolo di amici di strettissima
fiducia, che per ovvie ragioni teniamo “coperto”, – siamo in grado
oggi di sapere quello che la maggior parte dei soggetti non sa.
E’ ovvio che di ciò abbiamo informato chi dovevamo informare,
nel pieno rispetto dei ruoli che ogni soggetto ha.
E proprio grazie al lavoro che abbiamo fatto e che continuiamo a
fare tutti i giorni siamo stati in grado di rilevare, appieno e con un
senso di profonda angoscia, le insufficienze, le omissioni, i ritardi di
uno Stato che noi rispettiamo perché ne facciamo parte noi
stessi, ma che vorremmo più trasparente, più chiaro, più
determinato, più sensibile alle problematiche di un
territorio, qual’è quello pontino e in particolare del sud
pontino, che è sotto il tallone delle mafie.
L’insistenza con la quale stiamo proponendo da anni la
costituzione di un valido organismo, qual’è l’Osservatorio
Comunale sulla criminalità soprattutto nei Comuni del sud
pontino dove la pressione della camorra è asfissiante -Formia-
Gaeta-Itri-Fondi-Terracina- nasce proprio dalla conoscenza che
noi abbiamo del fenomeno mafioso in queste terre. –
Un fenomeno mafioso che vede intrecci di interessi fra mafie e
pezzi della politica e delle istituzioni impressionante ed
un’insufficiente azione di contrasto da parte degli organismi
competenti dello Stato, talmente insufficiente da far venire i
brividi.
Ma anche su questo fronte, quello della ristrutturazione dei
presidi dello Stato sui territori, stiamo lavorando sodo ai livelli
centrali.
Qualche anno fa abbiamo tentato di far istituire a Gaeta tale
Osservatorio anche se eravamo convinti che la proposta non
sarebbe stata accettata dall’amministrazione comunale.
Ma abbiamo voluto tentare lo stesso con il fine di tastare il polso
della situazione ed avere la conferma della validità di ciò che
sospettavamo.
Conferma puntualmente ricevuta!!!
Gaeta ha dimostrato di non gradire l’Osservatorio Comunale
contro la criminalità.
Ora vediamo Formia, che dista 6 chilometri da Gaeta e che ha in
comune con questa gli stessi clan, gli stessi interessi, le stesse
logiche…
Abbiamo inviato sia al Sindaco che al Presidente del Consiglio
Comunale di Formia la richiesta ufficiale dell’Associazione
Caponnetto con allegata la copia del Regolamento da adottare
per la costituzione dell’Osservatorio.
Essi debbono solo far approvare la delibera!!!

Archivi