Lago Lungo e lago San Puoto (Sperlonga) sono zona urbana nella Carta dei Suoli edita dalla Provincia

Il lago Lungo e il lago San Puoto (a Sperlonga) sono diventati zona urbana, e non lacuale, nella Carta dei Suoli edita dalla Provincia.

Nella Carta dei suoli edita due giorni fa dalla Provincia di Latina, il lago Lungo e il lago San Puoto in Comune di Sperlonga sono classificati come zona URBANA.

Vedi la mappa chiamata “carta_capduso” (capacita di uso).

La Carta dei luoghi della Provincia è un copia e incolla del lavoro svolto dall’Università di Amsterdam, pubblicati negli anni ‘80-’90.

Si riferisce al volume “The soils of southern Lazio and adiacent Campania” di Sevink, Remmelzwaal & Spaargaren del 1984 e al testo meno diffuso “The Soils of the Agro Pontino” di Sevink, Duivenvoorden & Kamermans del 1991. (Vedi su internet).

I due lavori sono il frutto di rilevamenti pedologici effettuati tra gli anni 1967 e 1985 sotto forma di tesi di laurea o di progetti di ricerca da parte di esponenti dell’Università di Amsterdam.

La differenza è che il lago Lungo e il lago San Puoto (nel Comune di Sperlonga) originariamente classificati come laghi, alla pari degli altri laghi della Provincia, nella Carta dei suoli dela Provincia sono stati trasformati e classificati come ZONA URBANA.

Nei laghi Lungo e San Puoto, con protezione paesistica integrale, inseriti nel Piano Paesitico Territoriale (P.T.P.) e facenti parte il lago Lungo nei Siti d’importanza Comunitaria (S.I.C.) esiste da tempo una situazione di voluto degrado per poter creare le condizioni per una richiesta di declassamento ambientale e paesistico non ritrovandovi più i presupposti che ll hanno determinati.

I laghi Lungo e San Puoto sono gravati di diritti civici a favore dei naturali di Sperlonga e l’uso del lago non può essere concesso a terzi estranei, come sta accadendo attualmente, per non violare i diritti dei cittadini di Sperlonga.

Il lago Lungo oggi è occupato senza concessione regionale, quindi in modo abusivo da una coltivazione di cozze, neppure autoctone, che occupa 15.000 mq della superficie del lago e che, pur essendo abusiva chiede un’ulteriore occupazione di 60.000 mq.

La concessione seppur rilasciata alla ditta La Vongola dal Comune di Sperlonga è nulla per incompetenza del Comune al rilascio delle concessioni di pesca.

Inoltre, nel lago Lungo si effettua lo sci nautico in modo illegale.

Lo sci nautico degrada notevolmente le sponde e la flora protetta e allontana le specie ittiche nel lago Lungo che da centinaia di anni si sono adattate al luogo, riparato, e lo hanno prescelto come habitat naturale di riproduzione e di stanziamento.

Archivi