LAGO DI PAOLA, LA COMMISSIONE EUROPEA APRE UN’INCHIESTA

La Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea ha avviato l’istruttoria in merito ad una possibile violazione della normativa comunitaria da parte del Comune di Sabaudia e della Provincia di Latina in merito al paventati interventi di riapertura alla libera navigazione sul Lago di Paola. “Tale procedura – spiega l’avvocato Bazuro, amministratore unico degli Eredi Scalfati – prende spunto da una denuncia formale presentata a Bruxelles dalla Comunione Eredi Scalfati il 15 maggio. In particolare, nella denuncia si precisa come il possibile ripristino della libera navigazione a motore sul Lago di Paola – quindi non regolamentata in modo opportuno dagli enti preposti, ossia dall’Ente Parco – violi palesemente una serie di normative di tutela, nazionali e internazionali, tra le quali, in primis, le disposizioni della Direttiva Uccelli 79/409/CEE e della Direttiva Habitat 92/43/CEE. La Commissione Europea vigila sulla corretta applicazione del diritto comunitario e, di conseguenza, dispone di poteri propri di intervento nei confronti di uno Stato Membro o delle sue amministrazioni in caso di infrazione, giungendo, se necessario, ad adire alla Corte di Giustizia della Comunità Europea”.

(Tratto da Latina24Ore)

Archivi