L’aggressione a Ventotene al nostro amico Antonio Flocco

Esponente dell’associazione antimafia del Lazio “Antonino Caponnetto” aggredito sull’isola di Ventotene.

I Carabinieri hanno già rintracciato e denunciato il responsabile. Si tratta di un uomo di 54 anni, nato a Procida e residente a Pozzuoli.

 

Esponente dellUn esponente dell’associazione antimafia del Lazio “Antonino Caponnetto”, Antonio Flocco, impiegato delle Poste – è stato aggredito sull’isola di Ventotene, nelle vicinanze del porto. I Carabinieri, hanno già rintracciato e denunciato il responsabile. Si tratta di un uomo di 54 anni, nato a Procida e residente a Pozzuoli. Il movente dell’aggressione – secondo i militari – è verosimilmente collegato a una serie di controlli che i Carabinieri hanno eseguito proprio presso il porto di Ventotene, sfociati in numerose contravvenzioni a carico di proprietari di barche ormeggiate irregolarmente. Controlli che l’aggressore – tra l’altro titolare di una concessione demaniale del porto – ha pensato essere una conseguenza di una pubblica denuncia della vittima, esponente – appunto – dell’Associazione Regionale del Lazio per la lotta contro le illegalità e le mafie “Antonino Caponnetto”. L’uomo, curato presso il locale poliambulatorio, ha riportato ferite guaribili in 15 giorni.

 

(da Studio93.it)

Archivi