L’abusivismo edilizio… e non solo… esistente sui territori di Itri e Sperlonga. Intere colline e un paesaggio incontamitato devastati da campani

Ne parlammo anche con l’ex Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Col. Rotondi, e ci risulta che egli, come in altre circostanze, cominciò a muoversi.

Poi l’hanno mandato via e tutto sembrò fermarsi.

Ora, con la “nuova” Procura di Latina, sembra aver ripreso vigore una battaglia contro la devastazione di un territorio che si estende fra i comuni di Itri e Sperlonga da parte di soggetti per lo più provenienti quasi tutti dalla Campania ed alcuni dei quali potrebbero essere alquanto… sospetti.

Non a caso abbiamo individuato – ed ovviamente segnalato a chi di dovere -, sempre sui territori in questione, una lottizzazione con nomi abbastanza altisonanti.

Si tratta di una situazione “particolare” – definiamola così – in cui non bisogna limitarsi a guardare solamente l’aspetto dell’”abusivismo edilizio”.

Ci potrebbe essere dell’“altro”. Ed anche rilevante.

Intanto non sarebbe male se, come abbiamo già rilevato in una nota precedente, Carabinieri, Corpo Forestale, Finanza e quant’altri, andassero a rileggersi con attenzione le denunce fatte a suo tempo dallo scomparso consigliere comunale di Itri Stamegna in ordine alla situazione urbanistica esistente in questa cittadina.

Archivi