La vera antimafia si fa solo con l’investigazione e la denuncia

SENZA LA DENUNCIA NON E’ ANTIMAFIA
Lo stiamo gridando da anni:
SENZA DENUNCIA NON E’ ANTIMAFIA.
La lotta alle mafie – militari, politiche ed economiche – non si fa limitandosi a fare memoria storica, presentazione di libri che si riferiscano a fatti passati, analisi sociologiche, politiche e quant’altro del genere.
Oggi le mafie hanno raggiunto un livello di penetrazione nelle stesse strutture dello Stato da far tremare i polsi.
Leggiamo spesso di episodi di collusione con le mafie che investono qualche magistrato, alcuni poliziotti, carabinieri, finanzieri, per non parlare di parlamentari, sindaci, consiglieri, professionisti (notai, commercialisti ed avvocati in particolare).
Nè si può fare antimafia se si è collegati a fazioni partitiche perché non c’è partito in Italia, di destra, come di centro e di sinistra, che non abbia o abbia avuto nel suo seno dei mafiosi o amici di mafiosi e che, comunque, non sia stato, nei singoli territori, condizionato in qualche sua decisione da questi.
BISOGNA AVERE IL CORAGGIO DELLA DENUNCIA, NOME E COGNOME.
L’esigenza della DENUNCIA – e, quindi, dell’INDAGINE- è determinata anche dal fatto che la magistratura e soprattutto le forze dell’ordine locali NON indagano come dovrebbero e spesso non indagano affatto.
Le Procure ordinarie, infatti, se non hanno la delega prevista dall’art.51 comma 3 bis del CPP, non sono competenti ad indagare.
Le forze dell’ordine locali, non ricevendo alcun input ed essendo il più delle volte impreparate, non indagano in materia “CO” in quanto i Comandi Generali affidano per lo più tale compito ai corpi speciali.
Pertanto, sono solo la DIA, il GICO, lo SCICO, lo SCO e qualche Squadra Mobile ad indagare per i reati di natura associativa mafiosa e a rimettere le informative alle DDA, che, peraltro, sono pochissime (si pensi che nel Lazio c’è solo quella di Roma e basta!!!).
E i corpi speciali, che stanno nei capoluoghi di regione, non ce la fanno a farsi carico di tutte le necessità di un’intera regione.
Questa è la tragica realtà che nessuno vuole affrontare e risolvere.
Quindi, fa comodo a tutti limitarsi a parlare di Falcone, Borsellino, Dalla Chiesa e delle cose del
passato, ignorando una realtà che è sempre più tragica in quanto vede le mafie impossessarsi di tutto.
Quando si dice… “l’antimafia del bla bla”!!!
LA VERA ANTIMAFIA SI FA SOLAMENTE CON L’INVESTIGAZIONE E LA DENUNCIA.

Archivi