La Relazione della DIA. Allarme sempre più rosso in provincia di Latina. Le mafie dilagano dovunque, nell’economia, fra i professionisti, nei partiti e nelle stesse istituzioni. La maggior parte della gente dorme; le forze dell’ordine, fatta eccezione per la Questura e la Squadra Mobile, latitano. La Guardia di Finanza, anziché contrastare gli investimenti colossali sporchi, si limita a correre dietro scontrini e spacciatori. Un quadro desolante aggravato dalla presenza di una classe politica in parte corrotta e mafiosa ed in altra parte disattenta ed incapace a leggere le realtà. Altro che Sicilia, Calabria e Campania!

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.