La Procura di Latina si accingerebbe ad archiviare il caso del suicidio del Capitano Fedele Conti

VERSO L’ARCHIVIAZIONE l’INDAGINE DELLA PROCURA DI LATINA SULLA MORTE A FONDI DEL CAPITANO DELLA GDF FEDELE CONTI?

Permane il mistero sulle ragioni che hanno portato alla morte del Capitano Fedele Conti, Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza a Fondi.

Una morte misteriosa che promette di rimanere tale per sempre, secondo quanto riportato da “Il Messaggero” del 19 ottobre 2008.

La Procura di Latina non sarebbe arrivata a capo delle ragioni che hanno portato a questo misterioso suicidio e si accingerebbe a chiudere il caso con l’archiviazione.

Abbiamo insistito perché questo venisse “letto” tenendo conto del contesto nel quale si è verificato, un contesto, quello di Fondi, che ha costituito materia di indagini da parte sia della DDA che della Prefettura di Latina e che, conseguentemente, ha portato, da parte del Prefetto di Latina, alla richiesta di scioglimento del consiglio comunale di quella città.

Niente da fare!

Resterà un suicidio eccellente, come quelli di cui si è occupato in un recente libro, da noi presentato a Civitavecchia, che riguarda Castellani, Cagliari e Gardini, libro il cui autore è il magistrato Mario Almerighi, attuale Presidente del Tribunale di Civitavecchia.

Non sappiamo se il PM abbia interrogato il piantone che la sera del suicidio in caserma era in servizio.

Non sappiamo nemmeno se sia stata disposta la… verifica degli atti redatti dai verificatori che si sono occupati di quel campeggio-residence di cui si parla tanto.

Non riusciamo a credere che nessuno abbia sentito nel silenzio di un’ora tarda lo sparo di una pistola calibro 9.

Il piantone dormiva? e perché, se è così, non sono stati adottati a suo carico i previsti provvedimenti disciplinari?

Archivi