La Presidente della Commissione Sicurezza della Regione Lazio condanna chi tenta di intimidire i magistrati ed i Prefetti che fanno il loro dovere

COMUNICATO STAMPA-PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SICUREZZA DELLA REGIONE LAZIO
 
E’ da un pò di tempo che assistiamo allo stesso film proiettato nei diversi territori in particolare del sud pontino. Ammistratori locali e Sindaci che mostrano poco rispetto dello Stato, delle sue Istituzioni, siano essi Questori, Prefetti, Magistrati e loro collaboratori. Contestualmente gli stessi amministratori e sindaci negano la presenza attiva di gruppi criminali e mafiosi nel loro territorio e agiscono fuori o oltre la legge.
Denigrare, intimidire e isolare chi si batte contro le mafie e gestisce la “cosa pubblica” come fosse questione personale e privata, è un tratto arrogante di politici ed eletti che non hanno certo  a cuore gli interessi dei cittadini. Desidero ringraziare il Prefetto di Latina Dr. Frattasi per quanto fa quotidianamente a garanzia del rispetto della legalità, anche quando fa mettere sotto controllo gli atti dei Comuni, così come si sta facendo a Fondi.
La vicenda di Nettuno dovrebbe essere esemplare per tutti e bene ha fatto la Giunta comunale e il Sindaco Chiavetta a decidere la costituzione di parte civile nei procedimenti penali in corso a tutela degli interessi lesi dei cittadini amministrati.
Archivi