La Polverini ancora parla di… “possibili infiltrazioni”… Ma dove sta, sulla luna? E, poi, perché non si è costituita parte civile nel processo “Damasco2” per Fondi per conto del MOF, essendo la Regione Lazio azionista di maggioranza di quel Mercato???

La Giunta Polverini ha investito sin dal suo insediamento sulla legalità, a cominciare dall’istituzione dell’assessorato alla sicurezza. L’azione è proseguita concentrando gli sforzi sull’Osservatorio sulla legalità, coinvolgendo tutte le rappresentanze delle istituzioni e delle polizie, perché è nel rapporto tra le istituzioni che si possono avere delle risposte. La prima iniziativa che la Presidente Polverini ha chiesto loro è un corso per i ragazzi delle scuole per spiegare cos’è la legalità. L’occasione per affrontare questo tema è stata la partecipazione della Presidente al convegno ‘Vedrò legalità’, organizzata al Tempio d’Adriano dal ‘Laboratorio di Idee Vedrò’, fondato da Enrico Letta e Giulia Bongiorno e presieduto da Benedetta Rizzo. Il dibattito, moderato da Antonello Piroso, ha visto la partecipazione di numerosi esponenti del mondo politico, del mondo imprenditoriale e di quello della magistratura. La Presidente Polverini ha ricordato il suo impegno per impedire ulteriori ramificazioni delle mafie nel Lazio. Le possibili infiltrazioni sul territorio si contrastano sia con le azioni nell’immediato sia con la programmazione di quanto si farà in futuro.
La Regione, da parte sua, dove può intervenire, lo farà: si pensa, ad esempio, all’acquisizione della Selva di Paliano, sulla quale c’era la sensazione che ci fosse un interesse. Sul tema dei rifiuti, invece, si è manifestato l’intenzione di acquisire il Consorzio Gaia.

(Tratto da www.renatapolverini.it)

Archivi