La “nuova” Associazione Caponnetto uscita dall’Assemblea generale degli iscritti del 9 aprile scorso a Roma

LA “NUOVA ” ASSOCIAZIONE CAPONNETTO VENUTA FUORI DALL’ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI DEL 9 APRILE SCORSO A ROMA

 

Tre operatori di polizia – due Ispettori,uno della Polizia di Stato ed il secondo della Polizia Penitenziaria-,oltre ad un funzionario della Polizia di Stato peraltro con una lunga esperienza nella DIA e come dirigente di Commissariato,più quattro avvocati,due ex parlamentari,ed una quindicina di donne ed uomini che operano,impegnati in prima linea , in zone “calde” ed occupate dalle mafie a Palermo,Napoli,Roma,Bologna ed in altre città del Paese.

Il nuovo Consiglio Direttivo Nazionale di un’Associazione che combatte in prima linea contro le mafie .

Questo é il  volto,ravvivato nell’Assemblea del 9 aprile scorso a Roma, di un’Associazione antimafia “Altro” ed “Alto”,come la Caponnetto,che basa tutto il suo essere e la sua attività su tre elementi fondamentali:

-l’INDAGINE,

-la DENUNCIA,

-la PROPOSTA.

Quindici anni di vita contrassegnati da decine di rapporti,di relazioni,di denunce all’Autorità Giudiziaria e da un’intensa,continua  opera di sostegno alla Magistratura inquirente ed alle forze dell’ordine,rifiutando qualsiasi sostegno,economico o di qualsiasi altra natura,dalle istituzioni ad evitare condizionamenti,oltre che possibili coinvolgimenti in fatti illegittimi di cui queste dovessero risultare eventualmente autrici o comunque coinvolte.

Autonoma da tutto e da tutti: Stato,partiti politici,gruppi di interessi e di affari.

Il profumo della Libertà e della pulizia.

Morale,intellettuale e nell’ azione.

L’ennesimo “tagliando”,come nelle autovetture, allo scopo di eliminare le parti usurate e rendere più efficiente e veloce la macchina.

La specificità dell’Associazione Caponnetto,nell’oceano di retorica nella quale affoga la maggior parte della cosiddetta “antimafia”  in Italia – retorica che ha favorito le mafie ed ha consentito ad esse di  rafforzarsi al punto da permettere loro  di impossessarsi quasi del tutto dei gangli vitali del Paese – è l’AZIONE.

FATTI E NON CHIACCHIERE:INDAGINE,DENUNCIA E PROPOSTA.

Senza indagine e senza DENUNCIA,nomi e cognomi,non è antimafia.

E’ un’altra cosa che non interessa all’Associazione Caponnetto.

“Altro ” ed “Alto”,nell’interesse ed al servizio della parte sana del Paese e dello Stato di Diritto.

Fatti e non chiacchiere!

Archivi