la nostra solidarietà al Sindaco di Brusciano

COMUNICATO ,a nome dell’Associazione , di Francesco de Notaris, già Senatore, e  vice Segretario nazionale vicario dell’Associazione Caponnetto.

 

Il Sindaco di Brusciano, avv. Giuseppe Montanile, è stato sfiduciato perché 14 Consiglieri comunali su 16 si sono dimessi, mentre il Sindaco era a colloquio con il Prefetto di Napoli. Le dimissioni presentata presso un notaio e non conseguenti ad un dibattito politico in sede istituzionale rappresentano un comportamento del tutto atipico che umilia la nostra democrazia. Purtroppo vi sono precedenti sempre assolutamente non condivisibili.
Se gli eletti secondo le regole democratiche non alimentano quotidianamente la democrazia stessa è più che evidente il discostarsi dalla sana Amministrazione.
Il Sindaco era impegnato nel rispetto delle regole che noi ci siamo date. Se altri non lo fanno immaginando poi di ricandidarsi usando strumentalmente il consenso popolare siamo in presenza di prassi che negano il proprium dell’impegno politico-amministrativo.
I Cittadini tutti ne ricevono un danno. Basti pensare soltanto alle competenze di un Commissario prefettizio rispetto a quelle di una Amministrazione Comunale  legittimamente eletta.
Comunità che potrebbero ricevere benefici se bene amministrate subiscono  il Commissariamento ed il biasimo dell’intero Paese per litigiosità dei propri Amministratori. Comunità che necessitano e meritano una migliore qualità della vita soffrono perché non tutti lavorano per il bene comune.
Il degrado della politica con la ricaduta sulla vita dei singoli si evidenzia a causa di piccoli miserabili interessi mascherati con vuote argomentazioni pseudo-politiche da parte di chi si è dimesso, interrompendo un percorso e contraddicendo le promesse elettorali che hanno procurato il consenso degli elettori.
L’Associazione Antonino Caponnetto sorta per onorare il Giudice che guidò dal 1984 al 1990 il Pool antimafia costituito, tra gli altri, da Falcone e Borsellino, è solidale con l’avv. Montanile, perché un Sindaco non deve essere messo in minoranza attraverso atti assunti operando con strumenti impropri al di fuori delle sedi istituzionali e , specialmente se impegnato in favore della legalità  contro ogni prepotenza e contro le azioni e la  mentalità  camorristica.
L’Associazione esprime vicinanza all’avv. Montanile ed anche vicinanza ai Cittadini e alle altre realtà di quel territorio che desiderano la crescita di una Comunità ordinata, rispettosa delle leggi dello Stato, e che saranno costrette a subire i danni della procurata caduta della consiliatura comunale.

———————

n.b. Gentile avvocato , Le telefonai. La ringrazio per l’attenzione e  , se lo ritiene opportuno, per la diffusione di questo comunicato.

Archivi