La nostra libertà. Ci costa molto ma come è bella!

Il nostro è un compito delicato, difficile, rischioso.

Quando siamo nati ci siamo posti un solo obiettivo, quello di combattere contro le mafie, tutte le mafie.

A prescindere da dove queste siano collocate, a destra, come al centro o a sinistra.

Le mafie non hanno colore politico.

Stanno con il potere.

E il potere è colorato di bianco, nero, rosso o turchino.

A seconda della loro convenienza, le mafie scelgono con chi allearsi.

Il rischio che corriamo sempre è quello di subire dei condizionamenti di natura politica.

Non tanto dall’esterno, quanto soprattutto dall’interno, da noi stessi.

La difficoltà cui talvolta ci troviamo di fronte è quella di sentirci liberi nel nostro agire quotidiano.

Liberi da ogni condizionamento, dagli schematismi ideologici, da tutto ciò che può ostacolare la nostra opera.

Anni di militanza nell’Associazione, di battaglie, di conoscenza e di vicinanza fra di noi, ci hanno, grazie a Dio, forgiati, dotati di una sensibilità e di uno spirito fraterno che ci consentono di superare ogni ostacolo che troviamo sul nostro cammino.

Quando si è in buonafede e non si perseguono fini di natura personalistica, estranei agli obiettivi di un’associazione antimafia seria come la nostra, ogni eventuale difficoltà viene superata facilmente.

Con il confronto fra le posizioni di ognuno.

Un confronto necessario, vitale, che noi sollecitiamo spesso ed auspichiamo sempre, perché, con un lavoro di gruppo, esso è assolutamente indispensabile.

Noi abbiamo ormai, dopo dieci anni di attività, una classe dirigente che ha ben chiari gli obiettivi della nostra Associazione, che porta sulla propria pelle i segni delle zampate che riceve spesso dalle mafie annidate ovunque.

Le minacce, i tentativi di intimidazione, ma anche e soprattutto quelli di emarginazione, di isolamento, di delegittimazione.

Era tutto nel conto.

Malgrado ciò, siamo cresciuti, siamo forti, siamo rispettati e benvoluti dalla gente perbene e temuti dai delinquenti e dai mafiosi.

Questo perché abbiamo dimostrato con i fatti di essere LIBERI da tutto e da tutti, di non avere paura di chicchessia, di non perseguire fini di parte.

Abbiamo dimostrato soprattutto di avere le idee chiare.

Anni fa fummo quelli che condussero una durissima battaglia contro la giunta di centrosinistra alla Regione Lazio che aveva approvato due progetti che, poi, fu da noi costretta a ritirare.

Ecco, la nostra forza sta proprio nella nostra libertà.

Siamo nati liberi e liberi vogliamo restare.

Archivi