La nostra gratitudine ai giornalisti ed ai partiti politici che hanno avuto il coraggio di denunciare l’altissimo livello della penetrazione mafiosa nell’economia e nella politica pontine

TUTTI (O QUASI), GRAZIE A DIO, SI SONO RESI CONTO DELL’ALTISSIMO LIVELLO DI PENETRAZIONE DELLE MAFIE NEI TESSUTI ECONOMICO E POLITICO DELLA PROVINCIA DI LATINA

Saremmo disonesti intellettualmente se non dessimo pubblicamente atto ad una parte della stampa e dei partiti politici pontini della loro sensibilità al tema della penetrazione mafiosa nella provincia di Latina.

La stessa sensibilità che hanno mostrato con i fatti l’ex Prefetto Frattasi, l’ex Comandante provinciale dei Carabinieri Col. Rotondi, il Questore D’Angelo.

Belle figure, queste, di servitori dello Stato che tutti i cittadini onesti pontini hanno il dovere di ricordare per sempre!

Ma dobbiamo essere grati anche ai cronisti di taluni giornali che da tempo stanno conducendo una campagna coraggiosa di informazione e di denuncia corrette.

Vogliamo citarli:

sono i giornalisti di “Latina Oggi”, con a capo il loro Direttore Alessandro Panigutti, Giovanni Stravato, Graziella Di Mambro ecc.; della “Provincia”, con Simone Pangia, Rita Cammarone, Riccardo Antonilli ecc; de “Il Messaggero”, con Giovanni Del Giaccio ecc.; di LazioTv, con Egidio Fia ecc.

A tutti giungano le espressioni più vive della nostra gratitudine.

Se non fosse stato per tutti loro a quest’ora l’opinione pubblica pontina sarebbe ancora vittima della più grande campagna di disinformazione condotta da un esercito di… minimalisti e di esperti della rimozione che continuano a negare, malgrado tutto, l’esistenza delle mafie in provincia di Latina e nel Basso Lazio.

Come si verificò in Sicilia fino ad una decina di anni fa!

Ma dobbiamo essere grati anche ad uno stuolo di esponenti politici del centrosinistra ed anche di una parte della destra per la forte azione di denuncia, anche se tardiva, purtroppo, svolta in questi ultimi mesi.

Il PD, l’IDV, il PRC, Sinistra Ecologia e Libertà a sinistra e, poi, le aree del centrodestra che fanno capo agli Onn. Granata, Angela Napoli e Ciarrapico, si sono distinti nella denuncia della gravissima situazione esistente in provincia di Latina e delle collusioni fra pezzi della politica e mafie.

Un grazie anche al Ministro ed al Sottosegretario del Ministero dell’Interno, Maroni e Mantovano, anche se non possiamo nascondere il nostro rincrescimento per non avere essi saputo condurre la battaglia fino in fondo.

Ci riferiamo in particolare al mancato scioglimento dell’Amministrazione comunale di Fondi per condizionamenti mafiosi da parte del Governo.

Comunque un dato è acquisito: grazie a tutti questi uomini ed a questi partiti oggi, finalmente, tutti sanno in provincia di Latina – e non solo – CHI è contro e chi a favore delle mafie!…

Non è poco.

Archivi