La metamorfosi di Gaeta: da “lavatrice di denaro della camorra” ad una sorta di piazza d’armi in cui qualcuno si esercita al tiro al bersaglio di… cinghiali

E’ IL SOLITO GIOCO DEL LANCIARE IL SASSO E RITIRARE LA MANO. NON PUO’ ESSERE ATTRIBUILE A GIOCHI DI NATURA POLITICA l’INVIO DI BOSSOLI DI CARTUCCE A PALLETTONI!

Da “lavatrice di denaro della camorra” ad una sorta di piazza d’armi in cui qualcuno va a fare esercitazioni di tiro al bersaglio?

O, nel caso in questione, di minaccia di tiro al bersaglio.

Con bossoli di cartucce a pallettoni, a quanto pare…

La metamorfosi di Gaeta.

E così apprendiamo che l’invio dei bossoli sarebbe attribuibile non a mafiosi, ma, al contrario, a criminali politici mossi da intenti di natura politica…

Abbiamo fatto progressi!

E che progressi, se effettivamente non dovesse risultare la camorra quale autrice di questa azione criminale!

A memoria d’uomo, però Gaeta non ha mai annoverato fra i suoi cittadini criminali del genere.

Noi non azzardiamo ipotesi di alcuna natura.

Abbiamo detto e continuiamo a dire che queste sono azioni di stampo mafioso, fatte sicuramente da gente che non è di Gaeta.

Abbiamo detto e ripetiamo che è la seconda volta che ciò si verifica, dopo le pallottole inviate anni fa ad altri consiglieri comunali gaetani.

Allora si parlava di porto, oggi di varianti urbanistiche, se non andiamo errati.

Non sappiamo cosa c’è dietro, ma riteniamo che non si stia trattando di… bruscolini quando qualcuno ricorre all’invio di bossoli di cartucce… per cinghiali.

Archivi