LA GRATITUDINE DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO AI MAGISTRATI DELLA DDA DI NAPOLI ED IN PARTICOLARE AL PROCURATORE BORRELLI.VENGONO ALLA LUCE DALLA LORO INCHIESTA I SALDI COLLEGAMENTI FRA PEZZI IMPORTANTI DELLA POLITICA,DELLE ISTITUZIONI ED ALTRI AMBIENTI CON LA CAMORRA

I complimenti della Caponnetto per l’operazione di questa mattina alla DDA di Napoli e all’aggiunto Borrelli. L’Associazione già a dicembre 2014 aveva segnalato situazioni e personaggi oggi portati alla luce.

 

L’Associazione Antimafia Caponnetto esprime vivo apprezzamento per l’operazione effettuata questa mattina dalla DDA di Napoli guidata dal Procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli, che porta a compimento pregresse inchieste giudiziarie a carico di alcuni fra gli stessi personaggi oggi arrestati. Il riferimento è in particolare all’ex consigliere della Regione Campania Angelo Polverino e all’ex senatore dell’Udeur Tommaso Barbato, quest’ultimo ricandidatosi alle Regionali di maggio 2015 con una lista in appoggio di Vincenzo De Luca.

Per quanto riguarda Polverino, le prime, inquietanti vicende giudiziarie a suo carico erano state segnalate nel dicembre 2014 dalla Caponnetto all’Autorità giudiziaria, cui l’associazione aveva inoltrato il link di un filmato realizzato dal circuito televisivo Julie Italia dal titolo “Campania capitale della mafia”, con richiesta di approfondimenti  investigativi.

La Caponnetto sottolinea infine il rilevante apporto nella lotta al crimine organizzato che si sta registrando con il ritorno a Napoli, nel ruolo di Procuratore aggiunto, del pm Giuseppe Borrelli, che per primo aveva individuato  le rotte della nuova geografia dei clan maranesi già una decina d’anni fa.

 

Roma, 14 luglio 2015

 

Ufficio stampa Associazione Antimafia Caponnetto

contatti: 347 0515527 – 347.3615263

https://www.comitato-antimafia-lt.org/

Archivi