La Commissione di accesso nominata dall’ex Prefetto di Latina Bruno Frattasi, dopo un’accurata e lunga indagine, documentò le gravissime anomalie che lasciarono supporre i gravi condizionamenti mafiosi sull’Amministrazione comunale di Fondi. Il Prefetto chiese lo scioglimento di quell’amministrazione ma il Governo dell’epoca si rifiutò di farlo consentendo che la stessa classe dirigente si riproponesse alla guida della città. Con la sentenza di questi giorni non sono possibili più alibi e giustificazioni: A FONDI C’E’ MAFIA, UNA MAFIA CHE CONTA, PERALTRO, VOTA E CONDIZIONA. Ora c’è da capire il PERCHE’ il governo Berlusconi non volle accogliere la richiesta di scioglimento fatta dal Prefetto di Latina dell’epoca. PERCHE’, CHI LO CONDIZIONO’. Il problema è tutto qua perché se non si eliminano i rapporti mafia-politica-istituzioni-società staremo sempre punto e a capo. Il problema “mafie” è per lo più un problema POLITICO.

Articolo da Latina Oggi – Leggi l’articolo

Archivi