La Commissione antimafia a Messina: colletti bianchi nella criminalità

La Commissione antimafia a Messina: colletti bianchi nella criminalità

3 Maggio 2022

«Non abbiamo parlato direttamente delle elezioni amministrative a Messina, ma si è ricordato che le organizzazioni criminali anche in questa provincia hanno già significativamente dato un contributo alla storia elettorale recente, per cui in un’ottica preventiva si cercherà di lavorare affinché non via sia turbativa del momento democratico delle elezioni di sodalizi mafiosi operanti all’interno del territorio». A dirlo è Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare antimafia, oggi a Messina per ascoltare diversi rappresentanti istituzionali sulla situazione relativa al contrasto alle mafie nella provincia Messinese. «A tal proposito – prosegue Morra – rivolgo un appello a tutti gli organi di informazione, qualora abbiate segnalazioni, perché voi siete, parimenti altre realtà testimoni e sentinelle sul territorio, se avete percezioni di fenomeni non trasparenti e chiari, a segnalarli immediatamente in base a quanto prevede la vostra deontologia».

«A Messina colletti bianchi criminali»

«Qui c’è da ragionare tanto su un contesto di colletti bianchi molto spesso vicini a logge, magari massoniche, per cui la città di Messina ha una tradizione assai importante che arriva anche a salotti buoni, a professioni importanti, infiltrando pubbliche amministrazioni anche magari con reati che sembrano essere del tutto distanti rispetto al mondo della criminalità mafiosa, ma che investono, per esempio, istituzioni importanti, perché questi sono lavori pubblici che danno tanto, tanto reddito», aggiunge Morra nell’occasione. «Ricordo che l’ateneo di Messina – prosegue Morra – ha avuto a suo tempo rettori non propriamente siciliani ma provenienti da altre regioni che sono finiti in operazioni importanti. Bisogna ragionare sul fatto che il 416 bis è sempre più difficile da individuare, classificare e proporre per la condanna perché il mafioso riesce a capire che, per esempio, è molto più facile relazionarsi al mondo del 110 del Codice penale che è il concorso esterno, senza risultare formalmente affiliato alla struttura criminale ma interagendo con la stessa al fine di promuovere un’azione criminale».

Fonte:http://www.stampalibera.it/2022/05/03/la-commissione-antimafia-a-messina-colletti-bianchi-nella-criminalita/

Archivi