La “Caponnetto” chiede la commissione di accesso per il comune di SS.Cosma e Damino

Latina 6 Novembre 2005

Al Ministro degli Interni – ROMA
Al Presidente Giunta Regione Lazio – ROMA
Alla Procura Regionale Corte dei Conti – ROMA
Alla Direzione Investigativa Antimafia – ROMA

LA “CAPONNETTO”
CHIEDE LA COMMISSIONE DI ACCESSO PER IL
COMUNE DI SS. COSMA E DAMIANO

Le accuse contenute nel rapporto redatto dai Carabinieri di Minturno – rapporto di cui si allega copia – nei confronti di amministratori e tecnici del Comune di SS. Cosma e Damiano sono, come si può rilevare, di una gravità eccezionale.
In esso, oltre a varii illeciti penali, si ipotizzano “coinvolgimenti se non addirittura condizionamenti da parte di soggetti malavitosi appartenenti ad organizzazioni criminali”; “danni economici per l’erario”; “falsi atti comunali finalizzati ad ottenere contributi dalla Regione Lazio”.

Alla luce di quanto sopra, questa Segreteria Regionale chiede:

  1. al Ministro degli Interni, l’attivazione urgente delle procedure per la nomina di una commissione di accesso agli atti della predetta Amministrazione comunale;
  2. alla Procura Regionale della Corte dei Conti, un’inchiesta rigorosa tendente a quantificare il danno arrecato all’erario a seguito di atti illeciti;
  3. al Presidente della Giunta della Regione Lazio, l’attivazione dei propri Organi di vigilanza per accertare tutte le violazioni di leggi compiute da quegli amministratori;
  4. alla Direzione Investigativa Antimafia, di indagare per far venire alla luce tutti i “coinvolgimenti se non addirittura condizionamenti da parte di soggetti malavitosi appartenenti ad organizzazioni criminali” cui fanno riferimenti i Carabinieri di Minturno in tutte le opere realizzate (a cominciare dall’ippodromo) o da realizzare.

Si allegano copie del rapporto dei Carabinieri di Minturno e di un’interrogazione parlamentare.

LA SEGRETERIA

Archivi