La camorra a Somma Vesuviana minaccia Testimone di Giustizia

La camorra a Somma Vesuviana minaccia Testimone di Giustizia e Carabinieri.Arrestate subito i camorristi!La risposta dello Stato deve essere immediata e ferma.

 

 

 

 

 

Al Ministro Dell’interno

On.Minniti

 

 

Al Prefetto di Napoli

S.E. dott.ssa Pagano

 

 

 

Un braccio di ferro tra criminalità e forze dell’ ordine e il tdg.

Non solo uno sguardo non solo quella parola “lota” gridata al passaggio dell’ auto blindata .

Ma una frase che fa tremare chiunque ” i kalaskicov sfondano la blindata ”

Perché questa frase detta ad alta voce è  un segnale inquietante.

Perché voler affrontare il testimone di giustizia e la scorta fuori ad un cimitero con tanta sfrontatezza?

Questo ennesimo episodio è  significativo sta a significare  che la presenza di chi ha denunciato la camorra infastidisce.

Quasi come voler  abbattere un simbolo di legalità.

Un voler dimostrare ai cittadino  qui comandiamo noi …..devi andare via dalla tua città …..tu e la scorta.

Credo invece che oggi più che mai c è bisogno di uomini e donne simbolo di quella giustizia troppo spesso osannata ma sempre più umiliata.

Ora cosa dire io  devo restare nella mia città e non abbassare  lo sguardo non devo  fare un solo passo indietro e portare avanti i  progetti di uomo libero e per bene per il bene della collettività  .

A questi criminali ribadisco con forza che Somma Vesuviana non può essere ostaggio di questa cappa criminale ….Somma sta cambiando e riuscire a portare a compimento questo cambiamento è la vittoria di tutti gli onesti e dello Stato.

La camorra uccide con le armi ma anche minando alla libertà e lo sviluppo di un territorio.

Ora chiedo allo Stato di essere al mio fianco di dare una risposta forte all’ accaduto di ieri.

Ringrazio l arma dei carabinieri e in particolare la scorta,non nascondo che sono turbato per l accaduto ma saprò reagire anche a questa ennesima violenza.

 

Ciliberto Gennaro

Testimone di Giustizia

 

 

Archivi