La bella manifestazione a Bivona (Agrigento) organizzata dal nostro Presidente Onorario Ignazio Cutrò”, in collaborazione con l’Istituto Panepinto

LA MERAVIGLIOSA MANIFESTAZIONER A BIVONA IN PROVINCIA DI AGRIGENTO CONTRO LE MAFIE ORGANIZZATA DAL NOSTRO PRESIDENTE ONORARIO IGNAZIO CUTRO’

L’Istituto “Panepint” di Bivona con la collaborazione dell’Associazione Antiracket “ Libere Terre” presentano l’incontro “La scuola e la legalità” che si terrà a Bivona in via Roma giorno 11 maggio ore 10, 00

Interverranno:

-saluti del preside dell’IISS L. Panepinto, Giovan Battista Salamone

-Dott. Vittorio Teresi Procuratore aggiunto DDA di Palermo e segretario dell’ANM;

– Sen. Giuseppe Lumia, vice presidente Commissione Parlamentare Antimafia;

– Ignazio Cutrò, Presidente “Libere Terre” e presidente onorario Associazione Caponnetto Lazio;

– Chicco Alfano, Associazione Nazionale Familiari Vittime di mafia;

– -Gero Tedesco e Gerlando Cardinale che presentano il libro “Addia mafia”

– -Elvio Di Cesare, Segretario regionale Associazione Caponnetto Lazio;

– Pasquale Valente, segretario organizzativo regionale Associazione Caponnetto Lazio;

– Nicolò Miraglia, presidente Fondazione Miraglia;

– Valeria Grasso, imprenditrice antiracket;

– Sandro Immordino Associazione Fuori dal Coro (Enna)

– Gaetano Montalbano SOS Democrazia.

– Inoltre ci saranno momenti di lettura e domande agli ospiti da parte degli alunni dell’Istituto.

– L’incontro sarà moderato da Benny Colasanzio Borsellino, giornalista e scrittore.

La cassetta con l’intera registrazione degli interventi è stata prodotta da Telemonteorlando di Gaeta, presente alla manifestazione, i cui responsabili ce la forniranno gentilmente per la pubblicazione sul nostro sito.

L’evento ha avuto ampia risonanza sulla stampa siciliana anche per il meraviglioso intervento del Procuratore Teresi della DDA di Palermo che ha aspramente criticato quanti a livello istituzionale soprattutto hanno “abbandonato” alla loro sorte un coraggioso combattente contro le mafie quali sono Ignazio Cutrò e l’intera sua famiglia.

Le Istituzioni debbono VERGOGNARSI.

Quanti bla bla sentiamo in giro sul problema delle mafie.

Chiacchiere e… racconti, ma sono pochi coloro che… ”si sporcano le mani”, denunciando, denunciando, denunciando come siamo soliti fare anche noi, isolati perciò dai tanti parolai che parlano di mafia senza nemmeno sapere cos’è la mafia.

Archivi