Itri, un territorio colonizzato?

Botte all’assessore (alcuni anni fa), minacce al consigliere (più di recente), con una serie di vicende urbanistiche allo sfondo.

E capitali, tanti capitali campani, ville hollywoodiane, panfili alla fonda a Formia. E tanto, tanto lavoro per i progettisti.

E un territorio reso irriconoscibile da una devastazione selvaggia ed irrazionale.

Non tutta abusiva, però. In parte regolarmente approvata. E’ qui il punto.

Non sappiamo se i Carabinieri e le altre forze dell’ordine locali siano riusciti a ricostruire il puzzle necessario al magistrato per avere un quadro di insieme, un unicum della situazione, ad evitare quello spezzettamento delle analisi che si verificò anni fa, ad esempio, a Minturno, dove ogni caso veniva giudicato a se stante. Senza una visione unitaria.

Non sappiamo nemmeno se la Guardia di Finanza, in particolare, abbia fatto qualche passo in direzione di un accertamento della… ”provenienza” della montagna di capitali impiegati, che sembra che siano quasi tutti di origine campana.

Noi riteniamo che ci siano tutte le condizioni per farlo, anche se ci sono, come al solito, molti ritardi e una sorta di “colonizzazione” del territorio è già avvenuta.

Noi, comunque, siamo pronti alla collaborazione.

Archivi