Istituzione del parco regionale dei Monti Ausoni e del Lago di Fondi

Latina, 25-03-2006

IL NOSTRO SOSTEGNO ALLA PROPOSTA DI LEGGE DELLA GIUNTA REGIONALE DEL LAZIO PER L’ISTITUZIONE DEL PARCO REGIONALE DEI MONTI AUSONI E DEL LAGO DI FONDI

Si combatte la mafia sottraendole spazi di agibilità sul piano economico. Altrimenti è tutta aria fritta!

I cittadini della provincia di Latina stanno leggendo proprio in questi giorni i rabbiosi attacchi che noi della Caponnetto stiamo subendo dal giorno in cui abbiamo cominciato ad interessarci più da vicino del grave problema degli insediamenti mafiosi nella Piana di Fondi. E’ un’area, questa, che da Sperlonga, si estende fino a Terracina e che tocca anche, a monte, il Comune di Monte San Biagio. Un’area meravigliosa, in cui ci sono colline, laghi, mare, monumenti storici di immenso valore, ma che da decenni è stata abbandonata all’assalto selvaggio della speculazione edilizia ed all’invasione della criminalità organizzata. Per pura e semplice completezza di informazione, dobbiamo aggiungere che tali attacchi nei nostri confronti ci sono pervenuti da uomini della destra che governa la città di Fondi. Ma tali attacchi, ai quali siamo abituati perché si ripetono sistematicamente appena cominciamo a parlare di mafia sul territorio, non ci distraggono dalla nostra opera di perseguimento dei fini propri dell’Associazione: Anzi, ci spronano ad incrementare l’azione perché vuol dire che stiamo colpendo nel segno. Vorremmo-questo sì- che da sinistra, al di là dell’impegno dei La Rocca ad Itri, dei Di Fazio o dei Di Biasio a Fondi, di qualche altra persona e, sempre per completezza d’informazione, dei dirigenti di Rifondazione comunista, ci fosse un impegno corale, massiccio, sistematico, contro l’invasione mafiosa della provincia di Latina e del Lazio.

La piana di Fondi, Itri-soprattutto l’area vicina alla strada che porta a Sperlonga, dove, come qualcuno ricorderà, è stato arrestato anche qualche latitante-sono sottoposte ad una massiccia opera di occupazione.

L’iniziativa, assunta dalla Giunta della Regione Lazio, di istituire il PARCO REGIONALE DEI MONTI AUSONI E DEL LAGO DI FONDI, un parco, cioè, che sottrae tutta quell’area, compresi alcuni comuni della Ciociaria, alla speculazione edilizia ed all’assalto di mafia, camorra, ’ndrangheta ecc. , ci trova entusiasti.

Bravo Presidente Marrazzo!

LA MAFIA NON LA SI COMBATTE CON LE CHIACCHERE E CON I CONVEGNI, MA SOPRATTUTTO COLPENDOLA NEI SUOI INTERESSI ECONOMICI.

PRESIDENTE MARRAZZO, VADA AVANTI NEL FARE APPROVARE QUESTA PROPOSTA E NON SI PREOCCUPI DELLE REAZIONI CHE VENGONO DALLA STESSA PARTE POLITICA CHE ATTACCA NOI DELLA “CAPONNETTO”.

Archivi