Io durante le elezioni amministrative a Ventotene ne ho viste cose che voi non potreste immaginarvi…………”

Comincia così un articolo apparso oggi su un giornale online di Ventotene,l’incantevole isola pontina nota sin dall’epoca romana e greca oltre che per essere stata il confino degli antifascisti e la  patria del famoso Manifesto per l’Europa di Rossi e Spinelli. Una storia,quella sua,e delle tradizioni che per l’alto livello qualitativo degli uomini  e delle donne che essa ha ospitato nei secoli per decenni avrebbero dovuto farla diventare la perla della cultura europea ed una sorta di locomotore di civiltà e di progresso anzicché quella che ci viene rappresentata nell’articolo che sotto riportiamo.Ma,a chi conosce la filosofia ,non occorre  scomodare Giambattista Vico e la sua teoria dei corsi e dei ricorsi della storia per comprendere l’evoluzione o l’involuzione delle cose. Ventotene,l’antica “Pandataria”,l’isola che ha ospitato per lunghissimi anni uomini e donne dell’antica Roma come della nuova Europa,da Agrippina a Pertini,é ridotta ad essere …………”l’isola dei furbi  e dei fessi” così come viene definita nello scritto  sottostante.
Anzicché avanzare essa ha fatto un salto all’indietro.Come un gambero.D’altra parte in linea ,ma forse un pochino in più,con quanto avviene  nel Paese dei Depretis,dei Giolitti ecc.
Oggi siamo alla svendita di un patrimonio,oltre che storico,anche culturale e morale.
Quello che addolora é quella specie di…….”gusto”,nel pensiero dell’autore dell’articolo,nel voler trascinare il nome di una figura alta e che ha fatto onore al Paese,qual’é stata quella di Caponnetto,in una vicenda squallida qual’é quella delle elezioni amministrative e dell’agire politico a  Ventotene.
Al riguardo,però,ci teniamo a rendere noto all’autore del pezzo in questione che la persona alla quale egli evidentemente si riferisce non ha mai rivestito nell’Associazione Caponnetto – pronta sempre ,dovunque e  comunque  a combattere contro tutte le nequizie ,le illegalità e le mafie  di ogni specie –    un ruolo di dirigenza e che essa da un paio di anni in qua non ha più rinnovato l’iscrizione .
Il riferimento all’Associazione Caponnetto ed a Caponnetto,quindi,ci………..azzecca come i cavoli a merenda !!!!!!!

Ventotene, isola di furbi e di fessi

20130430-204137.jpgIo durante le elezioni amministrative a Ventotene ne ho viste cose che voi non potreste immaginarvi, un sindaco condannato e indagato, omicidio colposo e abuso d’ufficio, presentarsi per il terzo mandato!! Insieme al nipote!! Promesse di nuovi posti di lavoro come netturbini o per 4 /5 mesi, come muratori in appalti pubblici, gente che si vende per una caldaia, gente che si vende per un posto di un ombrellone o di una concessione in spiaggia! Persone che con poco Coraggio voltano le spalle e che fino a poco tempo fa non facevano che andare contro l’amministrazione! Ho visto persone che sbandieravano ai quattro venti la legalità (Associazione Caponetto! che probabilmente Caponetto si sta voltando nella tomba come una trottola) ma alla fine hanno deciso di voltare.
E ho visto strade non illuminate da 10 anni con la promessa che verranno illuminate, sempre dopo le votazioni e se si vince, ho visto promettere pulmini elettrici che vanno a prendere le persone inabili in campagna, sempre dopo le elezioni e se si vince, ho visto bustarelle andare avanti indietro per comprare i voti, metà adesso e metà dopo, sempre dopo le votazioni e se si vince.
Ho visto gente che ancora crede in queste promesse (!) ma tutte queste promesse andranno perdute nel tempo come lacrime nella pioggia.
Ventotene se non cambi strada presto morirai e con te porterai tutti i Ventotenesi e tutti quelli che hanno creduto alle promesse di questi falsi profeti e falsi Dei!

Fonte: TeleFree

Archivi