Interrogazione Radicali sulla politica ondivaga del Governo sui testimoni di giustizia

‘NDRANGHETA: RADICALI, INTERROGAZIONE PER REINTEGRO CORDOPATRI IN PROGRAMMA PROTEZIONE

Interrogazione radicale al ministro dell’Interno Roberto Maroni per chiedere l’immediato reintegro di Maria Giuseppina Cordopatri nel programma di protezione dei testimoni di giustizia. “E’ a dir poco contraddittoria la politica del governo nella lotta alla criminalita’ organizzata di tipo mafioso. Da una parte promuove leggi che rendono ancora piu’ anticostituzionale il 41-bis, dall’altra smantella i programmi di protezione dei testimoni di giustizia esponendoli alla rappresaglia della mafia”. E’ quanto dichiara, in una nota, Rita Bernardini, parlamentare radicale eletta nelle liste del Pd e membro della Commissione Giustizia della Camera.

“Il caso della testimone di giustizia Maria Giuseppina Cordopatri -continua la Bernardini- costretta a vivere da quasi due mesi rintanata in casa priva del programma di protezione e senza alcun servizio di vigilanza e scorta, e’ rappresentativo di questa politica che, nei fatti, minaccia le fondamenta dei processi per mafia attualmente in essere”.

L’esponente radicale rileva che, “la Commissione centrale presieduta dall’onorevole Mantovano ha infatti deciso di estromettere la baronessa Cordopatri da ogni forma di protezione in esecuzione di una recente sentenza del Tar Lazio, cio’ e’ avvenuto nonostante quello stesso provvedimento risulti tuttora impugnato davanti al Consiglio di Stato e senza considerare che, fino alla completa e totale definizione del procedimento amministrativo, la revoca del programma di protezione dovrebbe rimanere quantomeno sospesa secondo quanto disposto dalla legge 82/91”.

(Tratto da Libero News)

Archivi