Intercettazioni – Orlando: Ddl contrario a legalità, è inemendabile. Ha ragione Orlando e, poi, non è opportuno portare soccorso ad uno che sta per annegare e vuole portare con lui anche altri

“Idv non vuole cadere in alcuna trappola”

“Il testo del ddl intercettazioni è inemendabile. Infatti, si tratta di un provvedimento che, rispondendo ad un preciso disegno eversivo, è palesemente contrario ai concetti di legalità e di giustizia”. Lo afferma in una nota il portavoce nazionale dell’Italia dei Valori, Leoluca Orlando.

“Le preoccupazioni, adesso anche interne alla maggioranza, e gli annunci di possibili miglioramenti del testo – aggiunge Orlando – sono una trappola nella quale l’Italia dei Valori non intende cadere”. “Non presteremo mai il nostro consenso a un provvedimento vergognoso che priva i magistrati di uno strumento fondamentale per le indagini, che nega ai cittadini il diritto di ottenere giustizia, che viola palesemente il diritto costituzionale di informare ed essere informati, e che imbavaglia la libera informazione e la Rete – continua Orlando -. Inoltre, a conferma della pervicace insistenza della maggioranza a voler realizzare questo disegno eversivo, ricordiamo la colossale presa in giro, avallata dal ministro Maroni, secondo la quale il provvedimento non riguarderebbe le indagini relative ai reati di mafia”. “A tale proposito – conclude Orlando – senza scomodare né scienziati del diritto né magistrati, basterebbe interpellare un qualunque studente di procedura penale per avere la conferma che spesso, intercettando uno spacciatore, un estorsore, un ladro o un rapinatore, si arriva a catturare gli esponenti della criminalità organizzata perché i reati sono connessi fra loro”.

(Tratto da Virgilio Notizie)

Archivi