Indagini Dda sull’ex sindaco di Marcianise: carabinieri in Comune

IL Mattino, Venerdì 5 Maggio 2017

Indagini Dda sull’ex sindaco di Marcianise: carabinieri in Comune

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta si sono recati al Comune di Marcianise, su delega del pm della Dda di Napoli Luigi Landolfi, per acquisire atti amministrativi in relazione ad un’inchiesta che vede indagato l’ex sindaco della città Filippo Fecondo. L’ex amministratore risponde di concorso esterno in associazione camorristica per presunti legami con il clan Belforte, attivo a Marcianise e nei comuni limitrofi. In particolare i militari hanno acquisito la documentazione concernente la concessione edilizia relativa ad un vecchio immobile da ristrutturare, ubicato in via San Giuliano, e rilasciata tra il 2005 e il 2007 in favore di un imprenditore edile del posto.

L’acquisizione è stata disposta alla ricerca di riscontri alle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia del clan Belforte, tra cui quelle dell’ex capoclan di Marcianise Salvatore Belforte, che avrebbe parlato di un incontro avvenuto a settembre del 2006 con l’allora sindaco Fecondo nei pressi del Maschio Angioino a Napoli, finalizzato ad imporre la tangente al costruttore che stava ristrutturando l’immobile, da cui poi ha realizzato un complesso residenziale con appartamenti e negozi. Il pentito racconta di aver chiesto a Fecondo di fare da tramite con l’imprenditore ritenendo che quest’ultimo fosse socio del sindaco; circostanza che Fecondo ha sempre negato. Belforte ha poi affermato che la mediazione sarebbe andata a buon fine visto che la tangente fu imposta; il suo arresto avrebbe poi bloccato il pagamento.

Archivi