Indagati per corruzione, 5 giudici e 9 avvocati

SANT’ANASTASIA. Sono 14 gli indagati dell’inchiesta della Procura di Nola che stamattina ha portato ad un blitz della guardia di finanza negli uffici dei giudici di pace di tre città: Sant’Anastasia, Nola e Marigliano.

Le fiamme gialle della Compagnia di Nola sono state al lavoro per tutta la mattinata ed il pomeriggio, impegnati in perquisizioni e sequestri di documenti. Per il momento dalla Procura trapelano soltanto indiscrezione, l’indagine riguarderebbe il reato di corruzione e coinvolgerebbe, appunto, 5 giudici di pace in servizio nelle tre sedi indicate (1 a Sant’Anastasia, 2 a Marigliano ed il resto a Nola) e altri 9 sarebbero avvocati. L’operazione rimanda alla mente l’operazione “Jordanus” che nel novembre del 2013 portò a 401 indagati e all’esecuzione di 16 misure cautelari, 13 misure patrimoniali, per 7 medici, 6 avvocati e tre “procacciatori” di affari per un’associazione che si occupava di falsi incidenti. Il risultato di una complessa indagine portata avanti da carabinieri e guardia di finanza e cominciata nel 2009 per la quale i reati contestati furono diversi: dall’associane per delinquere il falso, la truffa aggravata, frode assicurativa, corruzione, falso in valori da bollo, abusivo esercizio dell’attività finanziaria, usura e riciclaggio falsa testimonianza e falsa perizia. Furono verificate 1237 pratiche di risarcimento danni per incidenti monitorate, un milione e 670mila euro gli indennizzi versati dalle compagni e assicurative, 42 immobili sequestrati, tra i quali una villa ad Ischia ed una in costiera cilentana, 21 automobili, 86 conti correnti per un valore totale di quasi 4 milioni euro.

http://www.laprovinciaonline.info/indagati-per-corruzione-5-giudici-9-avvocati/

Archivi