Inchiesta sulla mafia a Valeggio: arrestati «U miliardario» e il figlio

Inchiesta sulla mafia a Valeggio: arrestati «U miliardario» e il figlio

11 febbraio 2021

Non a caso, uno dei boss arrestati lo chiamavano «U miliardario». Non a caso la guardia di Finanza di Verona durante la perquisizione e successivo sequestro ha trovato un milione di euro in contanti. Una cifra enorme. L’epicentro di una maxi indagine partita da Catania, è Valeggio sul Mincio, sede della SL Group di via Cavour. Un’impresa già «attenzionata» dalle Fiamme gialle veronesi.

 

Ora le quote della «famiglia» sono gestite dall’amministratore giudiziario, la ditta è ancora operativa. Sono quattro le persone arrestate, un’ordinanza di cautelare notificata in carcere al boss Giuseppe Scarvaglieri, detenuto in regime di 41bis, altri 21 indagati e il sequestro di beni per oltre 50 milioni di euro ritenuti frutto di investimenti in Sicilia, Lombardia e Veneto della «mafia imprenditoriale» del clan Scalisi-Laudani.

 

A seguire gli affari della «famiglia» sarebbe stato il nipote di Scarvaglieri, Salvatore Calcagno coadiuvato da Antonio Siverino e dal figlio Francesco, i due soggetti domiciliati a Valeggio sul Mincio che attraverso un reticolato di prestanome avrebbero costituito diverse società. I capi d’imputazione per padre e figlio, ora in carcere, concorso in associazione mafiosa, il 416bis e trasferimento fraudolento di valori. Ai due sono state sequestrate auto di lusso, Ferrari e Porsche, oltre ad Audi. L’operazione “Follow the money“ del nucleo Pef delle Fiamme gialle etnee su infiltrazioni criminali nelle imprese ha visto impegnati oltre 100 militari delle Fiamme gialle del comando provinciale di Catania, in collaborazione con lo Scico di Roma.

 

L’articolo completo su L’Arena in edicola

fonte:https://www.larena.it/

Archivi