Inchiesta del quotidiano “Latina Oggi” sulle assunzioni da parte dell’ASL di Latina

Latina, 28 gennaio 2006

Ministro della Sanità – ROMA
Presidente Giunta Regione Lazio – ROMA
Assessore Sanità Regione Lazio – ROMA
Procura Regionale Corte dei Conti – ROMA
Procura Repubblica – ROMA
Comando Provinciale Carabinieri NAS -LATINA

OGGETTO: inchiesta del quotidiano “Latina Oggi” Sulle assunzioni da parte dell’ASL di Latina

“Ci sono medici. Decine di medici. E infermieri, portantini, autisti, persone comuni. Tutti nomi, più o meno eccellenti, stipati in un archivio. Un archivio particolare: quello in cui l’ex manager dell’azienda sanitaria Renato Battigaglia teneva le lettere di raccomandazione che gli venivano inviate dal suo mentore. L’ex Presidente del Consiglio regionale nell’era Storace ed attuale senatore di Forza Italia e presidente di Acqualatina, ne ha inviate a centinaia quando era ancora alla Pisana. Tutte indirizzate all’amico manager della ASL, tutte su carta del Consiglio Regionale con l’intestazione scritta di pugno “Caro Benito”. Quelle lettere, tutte incredibilmente protocollate sono state messe da parte dallo stesso Battigaglia. E leggendole ci si può rendere conto del modo scandaloso con cui veniva gestita la sanità pontina”

E, poi… ”Nel giro di sette mesi l’ex Presidente del Consiglio Regionale del Lazio ha raccomandato medici, infermieri e persone comuni per: area materna infantile, trasferimenti da ospedali esterni alla ASL di Latina, concorso per autisti, dipartimento di salute mentale, concorso per sanitario tecnico di radiologia medica, oculistica, area amministrativa delle varie sedi ASL, incarichi presso il call center, area assistenza domiciliare, imprese di pulizia, consultori familiari, selezione per medici specialisti presso il 118, organizzazione e direzione strutture complesse, appalto materiale tipografico, area mobbing ASL, day hospital, settore anestesisti, otorinolaringoiatria, chirurgia, anagrafe zootecnica, pediatria”.

E’la forte denuncia contenuta in un’inchiesta giornalistica pubblicata oggi-domenica 28gennaio del 2007-a pag. 7, del quotidiano “LATINA OGGI” in un servizio a firma di Daniele Vicario e sotto il titolo “I RACCOMANDATI DI FAZZONE”.

Tutte cose da far rabbrividire e che mettono a nudo un’abominevole concezione privatistica della cosa pubblica intesa come strumento di soddisfacimento di interessi di parte.

Non sappiamo quale sia stato l’esito di TUTTE le segnalazioni fatte dall’ex Presidente del Consiglio Regionale del Lazio al “caro Benito”, identificabile nell’ex Direttore Generale dell’ASL di Latina nel periodo indicato dal quotidiano.

Riteniamo, però, che segnalazioni, da parte dello stesso attuale parlamentare, sempre alla ASL, siano state fatte anche nei periodi antecedenti e successivi alla sua elezione alla carica di Presidente del Consiglio Regionale del Lazio.

Segnalazioni-si dice- che sarebbero state fatte anche a favore di familiari di militari in servizio presso il presidio della Guardia di Finanza di Fondi, assunti, poi, alle dipendenze della ASL.

Alla luce di quanto sopra, questa Associazione Regionale chiede al Ministro della Sanità on. Turco di attivare il Comando Generale dei Carabinieri dei NAS per verificare la fondatezza delle accuse contenute nel servizio giornalistico di cui sopra, denunciando, nel caso di un riscontro positivo, il tutto all’Autorità Giudiziaria.

Lo stesso invito la scrivente Associazione rivolge al Presidente della Giunta Regionale ed all’Assessore Regionale alla Sanità del Lazio, alla Procura della Repubblica di Roma ed a quella regionale della Corte dei Conti per quanto riguarda eventuali danni erariali.

IL SEGRETARIO REGIONALE
Dr. Elvio Di Cesare

Archivi