IlFattoQuotidiano.it / Elezioni Amministrative 2017

Senza parole

Villa San Giovanni, sindaco eletto e subito sospeso per la legge Severino: “Condanna in primo grado per abuso d’ufficio”

di  | 14 giugno 2017 

Villa San Giovanni, sindaco eletto e subito sospeso per la legge Severino: “Condanna in primo grado per abuso d’ufficio”

Elezioni Amministrative 2017
Il prefetto ha firmato la sua sospensione 48 ore dopo l’elezione. Aveva preso il 33% dei voti, ma era stato condannato a un anno e mezzo per abuso di ufficio. La vicenda risale al 2011 e riguarda l’autorizzazione per un lido. M5s: “Affronto alla democrazia, dai suoi sponsor politici un affronto alla comunità”

di  | 14 giugno 2017 
Neanche ha indossato la fascia tricolore che il prefetto di Reggio Calabria lo ha invitato a toglierla notificandogli la sospensione dalla carica di sindaco a causa della legge Severino. È andata così a Villa San Giovanni, sulla sponda reggina dello Stretto, dove il neo sindaco Giovanni Siclari, nonostante una condanna in primo grado a un anno e mezzo di reclusione per abuso d’ufficio rimediata a novembre dal Tribunale di Reggio, aveva deciso di candidarsi sapendo che il prefetto Michele Di Bari avrebbe provveduto alla sospensione.

Così come era già avvenuto a novembre quando l’ex sindaco Antonio Messina, lo stesso Siclari e altri due assessori sono stati colpiti dalla legge Severino. Tutti, infatti, erano stati condannati per aver concesso l’autorizzazione a un lido costruito in un’area demaniale ai tempi in cui era sindaco Rocco La Valle. La vicenda risale al 2011 quando lo stabilimento Banda Falò è stato sequestrato dalla guardia costiera su richiesta dei pm Sara Ombra e Gabriella Cama.

Archivi