Il sito della Voce oscurato dagli hacker

Per la seconda volta in sei mesi il nostro sito www.lavocedellevoci.it è
stato oggi devastato dagli hacker. Il webmaster della Wip di Napoli, sul cui
server si trova il sito, ci ha spiegato che si tratta di un attacco
violentissimo, che forse ha compromesso tutti i dati e in ogni caso
arrecherà un grave danno. Addirittura, per colpire il nostro, è stato messo
a rischio lo stesso server della Wip, sul quale sono presenti centinaia di
altri siti.
Stiamo cercando, attraverso il webmaster Cesare Pistilli, di recuperare
elementi utili per la denuncia alla Polizia postale, ma ci spiegano che sarà
difficilissimo, se non impossibile, risalire all’identità degli hacker. Di
sicuro­, viene aggiunto dai tecnici,­ si tratta di pirati informatici assai
attrezzati.
Sono tanti i soggetti che ora traggono vantaggio da questo oscuramento.
Politici corrotti, massoni, pezzi deviati delle istituzioni, tutti presenti
con nomi e cognomi nelle inchieste pubblicate sul nostro sito (oltre che nel
giornale cartaceo).
Ricordiamo che solo ieri sera avevamo rimesso in home page, con una
aggiornata premessa, la nostra inchiesta di settembre tratta dalle 1200
pagine con cui la Procura salernitana ha fatto chiarezza sul caso De
Magistris, ribaltando le responsabilità sugli accusatori del coraggioso
magistrato.
E’ solo un esempio, il più recente. Ma se ne potrebbero fare altri.
Intanto chiediamo di far circolare queste notizie, anche per informare i
tanti che ogni giorno si collegano col nostro sito.
Grazie

Andrea Cinquegrani
Rita Pennarola

Archivi