IL “ SISTEMA SPERLONGA “,DOPO L’ECCELLENTE  LAVORO DI INDAGINE  FATTO DAI CARABINIERI,E’’ GIUNTA L’ORA DEGLI APPROFONDIMENTI..

IERI ABBIAMO CHIESTO UFFICIALMENTE AL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE ANTIMAFIA MORRA DI AFFRONTARE IL “CASO SPERLONGA “,IN PROVINCIA DI LATINA,PER CHIARIRE ALCUNE COSE CHE NON CI TORNANO NEI PROCEDIMENTI IN CORSO,QUALI,AD ESEMPIO:
LA MANCATA UNICITA’ ,COME PRESCRIVE IL CSM IN UN’APPOSITA CIRCOLARE ,DEI PROCEDIMENTI CHE COMPORTA LA NON INDIVIDUAZIONE DI UN’EVENTUALE “ASSOCIAZIONE “;
LE MINACCE TELEFONICHE AL COMANDANTE DELLA STAZIONE DEI CARABINIERI CHE HANNO CONDOTTO LE INDAGINI,
GLI APPROFONDIMENTI IN MATERIA DI INDAGINI PATRIMONIALI DEGLI INDAGATI E DELLE MOVIMENTAZIONI BANCARIE
ED ALTRO.
ABBIAMO CHIESTO,INOLTRE,AL GICO DELLA GUARDIA DI FINANZA DI PROCEDERE IN TAL SENSO.
LA QUESTIONE DEL “SISTEMA SPERLONGA “,MALGRADO IL LAVORO ECCELLENTE DEI CARABINIERI CHE RINGRAZIAMO DI CUORE E QUELLO DEI GIORNALISTI DI LATINATU,STA APPARENDO AGLI OCCHI DEGLI OSSERVATORI ATTENTI PIU’ DELICATA E COMPLESSA DI QUELLA CHE APPARIVA ALL’INIZIO.
AVANTI,QUINDI,CON GLI APPROFONDIMENTI.
L’ONOREVOLE TRANO E CHIUNQUE ALTRO PARLAMENTARE CHE SE LA SENTA POSSONO DARCI,SE VOGLIONO,UNA MANO AIUTANDOCI AD ESIGERE CHIAREZZA FINO IN FONDO.

 

 

 

Archivi