Il Sindaco di Itr( (Latina) assicura che sull’area di Licciano non c’é alcun disegno di speculazione edilizia e noi ne prendiamo atto e lo ringraziamo e ci sentiamo più tranquilli..Ma,caro Sindaco,massima attenzione perchè la camorra é in tutto il sud pontino sempre in agguato per cogliere un momento favorevole per attuare i suoi piani speculativi.

L’AVV.FARGIORGIO,SINDACO DI ITRI (LATINA),CON QUESTA NOTA SMENTISCE LA NOTIZIA DA NOI PUBBLICATA CIRCA L’EVENTUALITA’ DI SPECULAZIONI EDILIZIE NELL’AREA DI LICCIANO E,AL CONTEMPO,ASSICURA LA MASSIMA VIGILANZA DA PARTE DELLA SUA AMMINISTRAZIONE PERCHE’ CIO’ NON AVVENGA.

PRENDIAMO ATTO DELLA SUA TEMPESTIVA E CORTESE ASSICURAZIONE E LO RINGRAZIAMO DI CUORE.

CIO’ ,PERO’,NON ESCLUDE CHE DA PARTE DI AMBIENTI E SOGGETTI ESTRANEI ALLA CITTADINA POSSANO CONTINUARE AD ESSERCI DISEG…NI DI SEGNO DIVERSO. DISEGNI CHE POTREBBERO TROVARE ATTUAZIONE IN MOMENTI STORICI FAVOREVOLI.

D’ALTRA PARTE IL SINDACO FARGIOGIO SA MOLTO BENE CHE TUTTA L’AREA DEL SUD PONTINO,COMPRESA QUINDI ANCHE QUELLA DI ITRI,E’ DA TEMPO SOTTO FORTE ATTACCO DELLA CAMORRA E DI PROVE CE NE SONO AD IOSA.

COMUNQUE -RIPETIAMO-LE SUE ASSICURAZIONI CI RASSERENANO.

ALMENO PER ORA.GRAZIE ,AVVOCATO FARGIORGIO

ASSOCIAZIONE CAPONNETTO

Altro…

Itri Prima di Tutto – Antonio Fargiorgio Sindaco

· 22 h · 

A PROPOSITO DI LICCIANO
Ho appreso e poi letto, non senza un qualche sbigottimento, la notizia diffusa nella giornata di ieri, tramite Facebook, dall’Associazio…
ne Antimafia “Antonino Caponnetto”, che vorrebbe prossima ad abbattersi su Itri un nuova ondata di speculazione edilizia, segnatamente sul sito di “Licciano”.
Se non fosse per l’alto profilo e per il rilievo etico e morale che ho sempre riconosciuto all’Associazione, di cui ho condiviso e condivido le finalità di lotta alla mafia e di diffusione e consolidamento della cultura della legalità, non esiterei ad etichettare la notizia, secondo un gergo caro a certo giornalismo, come una bufala,
La sua provenienza, invece, mi induce ad intervenire a nome dell’intera cittadinanza, perché non posso consentire che passi un messaggio, che compromette l’immagine stessa di Itri.
Non so quali siano i segnali da cui l’Associazione Caponnetto tragga la sensazione che si stia mettendo in atto un disegno speculativo ed edilizio, ma sono abituato, per mia formazione professionale, a verificare sempre i fatti, gli atti ed i documenti prima di produrmi in qualsivoglia tipo di affermazione. Anche questa volta, ho effettuato verifiche presso gli uffici comunali competenti ed ho riscontrato che non ci sono in atto o comunque da ultimo depositate richieste di intervento edilizio sulla zona di Licciano. Ma l’esito delle ricerche era, almeno per me, del tutto scontato.
In campagna elettorale, ma anche in Consiglio comunale, ho ribadito più volte che non è, e sottolineo non è, assolutamente nei piani e programmi di questa Amministrazione dare vita a speculazioni edilizie, perché amiamo il nostro territorio e riteniamo che esso vada salvaguardato da simili appetiti. Gli interventi che auspichiamo sono, infatti, quelli diretti al recupero ed alla riqualificazione dell’esistente; non ambiamo ad incrementare la sofferenza, in termini naturalistici ed ambientali, che già in passato la nostra cittadina ed il proprio territorio hanno dovuto subire e sopportare.
Anche per questo, prossimamente, verrà portata a compimento dagli organi comunali la delibera con cui sarà attivata la procedura che prevede l’istituzione, ad opera della Regione Lazio, del monumento naturale nel comprensorio di “Punta Cetarola”. Un segnale chiaro, diretto e preciso, che l’Amministrazione lancia a tutti, nessuno escluso.
Chiaramente, siamo e saremo sempre vigili affinché non si perpetrino sul nostro territorio degli scempi, perché non trovino qui sfogo beceri appetiti. Non so se siamo fragili politicamente (anzi, lo escludo), ma è certo che siamo molto solidi moralmente ed eticamente e che non ci lasciamo e ci lasceremo intimorire da chicchessia. I valori cari all’Associazione ci appartengono!
Auspico, infine, un contatto diretto con l’Associazione Caponnetto, perché ritengo che certi fenomeni possano essere individuati e combattuti, sul nascere, grazie ad una proficua interazione e ad una collaborazione, organica, sistematica ed oserei dire paritaria, tra le nostre rispettive realtà istituzionali. Il Sindaco Avv. Antonio Fargiorgio

Archivi