Il significato profondo della manifestazione di Bivona

LA GRANDE MANIFESTAZIONE DI BIVONA

Uno schiaffo ai tanti pusillanimi che restano, malgrado tutto, inerti di fronte al dilagare delle mafie nel nostro Paese.

All’oceano di quanti non si rendono conto del fatto che restare indifferenti di fronte al cancro che sta divorando l’Italia intera significa tradire anche gli interessi dei propri figli, ai quali stiamo lasciando una società di mafiosi e di delinquenti.

A quanti fanno finta di non sapere e di non vedere.

Ed ai tanti, tantissimi che parlano di mafie senza avere il coraggio di sfidare i mafiosi, denunciandoli e facendoli arrestare.

Ai tanti, tantissimi, che non hanno il coraggio di sfidare questi delinquenti, vestiti in giacca e cravatta, guardandoli in faccia, negli occhi, anche nelle aule di Tribunale, anche quando una legislazione carente fa sì che escano indenni dalle condanne e dalle catene che, invece, meriterebbero.

Questo è il significato della manifestazione di Bivona, con un Ignazio Cutrò che ha sfidato la mafia, l’ha denunciata, ha fatto arrestare gli estorsori ed oggi vive in una maniera non invidiabile.

Un esempio, quello di Ignazio, della propria moglie e dei propri figli, che tutte le persone pulite dovrebbero imitare.

Archivi