Il sicario del clan, ecco perchè i pm diffondono le immagini per identificarlo

Il sicario del clan, ecco perchè i pm diffondono le immagini per identificarlo

7 Aprile 2021

Di Fulvio Miele

Stivaletti, pantalone nero, giubbotto dello stesso colore. Casco integrale. Sciarpa e mascherina. E poi un modo strano di guidare lo scooter. Dritto, teso. Ed e’ un uomo alto, sempre solo. Eccolo il killer della camorra che gira su uno scooter di cilindrata media, che non da’ nell’occhio e che avrebbe commesso un omicidio e un tentato omicidio. La Dda di Napoli ha deciso di diffondere le immagini riprese da due circuiti di sorveglianza per identificare l’assassino che ha fatto fuoco in due occasioni a San Giorgio a Cremano, grosso centro a ridosso di Napoli.

Secondo gli investigatori la stessa persona, per ora senza un nome, sarebbe responsabile dell’omicidio di Raffaele Gallo, freddato il 16 giugno 2020 in via Luca Giordano, e del tentato omicidio di Giovanni Formisano, un agguato avvenuto il 14 novembre 2020. La prima vittima era un pregiudicato ex cutoliano, fratello di un pentito, vicino ai Mazzarella e ai Vollaro; la seconda, viva per miracolo, aveva legami con i clan della zona. Il movente sarebbe unico: una epurazione per siglare la pace tra le cosche che gestiscono gli affari in un’ampia fetta di territorio che va da San Giovanni a Teduccio, quartiere Est di Napoli, fino ai comuni limitrofi di Cercola, San Giorgio, Portici, San Sebastiano al Vesuvio. Nei fermo immagine, il sicario e’ solo sullo scooter, ha padronanza del mezzo che guida e di li’ a poco avrebbe fatto fuoco. Nel primo caso, sparando 16 volte e nel secondo 12.

fonte:https://www.juorno.it/il-sicario-del-clan-ecco-perche-i-pm-diffondono-le-immagini-per-identificarlo/

Archivi