Il Sen. Pedica dell’IDV sul radicamento mafioso a Fondi, Sperlonga, Latina, Frosinone, Viterbo e in tutto il Lazio

“La notizia della sparatoria a Latina, per la modalità e le persone coinvolte, lascia intendere che si tratti di un regolamento di conti di stampo mafioso. Sul tema delle infiltrazioni mafiose nel Lazio, segnalo di monitorare sopratutto la situazione di Fondi, Sperlonga, Viterbo e Frosinone. Come parlamentare eletto nel Lazio ho avuto modo di verificare e combattere duramente le infiltrazioni criminali in settori vitali della nostra società come il settore ortofrutticolo, il settore mortuario, quello del trasporto su gomma e lo smaltimento dei rifiuti”. E’ quanto dichiara in una nota il senatore dell’Italia dei Valori Stefano Pedica. “Nel Lazio – prosegue – la mafia spara poco e guadagna molto e se non lo fa è con il diretto aiuto di alcuni politici laziali ma anche grazie al silenzio di altri. L’Italia dei Valori la mafia la sta combattendo, già da tempo, attraverso una politica territoriale continua e costante a partire , soprattutto dall’esperienza fatta a Fondi. Non lasciamo che dopo Sicilia, Puglia, Campania e Calabria anche il Lazio – conclude Pedica – finisca nelle mani della criminalità organizzata”.

(Tratto da Il Faro online)

Archivi