Il procuratore Roberti al governo: varare le nuove norme antimafia

La Repubblica, Mercoledì 10 maggio 2017

Il procuratore Roberti al governo: varare le nuove norme antimafia

di (g.d.f.)

“Abbiamo bisogno dei decreti attuativi che rendano operativi gli aggiornamenti alla normativa antimafia, soprattutto per quello che riguarda la riforma dell’Agenzia per i beni confiscati alle mafie”. Il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti durante la cerimonia di inaugurazione della sede milanese della Dia ha lanciato un appello al ministro Minniti e al parlamento. “Non vorrei che le nuove misure diventino obsolete prima di venire concretizzate”, ha sottolineato il magistrato, “soprattutto per quanto riguarda la gestione dei patrimoni sottratti ai boss, che sono uno dei risultati più importanti dell’attività della Direzione investigativa antimafia”.
Da mesi infatti langue la riorganizzazione della struttura che gestisce immobili e conti confiscati alla criminalità organizzata, ostacolandone il riutilizzo.

“È interesse del Paese e del governo poterlo fare prima della fine della legislatura” ha replicato Minniti: “Credo esistano le condizioni per completare l’iter parlamentare. L’Agenzia per i beni è il completamento di quello che realizzano la Dia e le forze dell’ordine. Più forte contrasto alle ricchezze criminali, più è importante che beni siano restituiti alla società. I mafiosi si sono appropriato di risorse  e sangue della società italiana, bisogna restituirli ai cittadini nel modo migliore.

Archivi