Il procuratore Greco al Senato: «Roghi tossici, patto imprese-delinquenti»

Il Mattino, Giovedì 23 Novembre 2017

Il procuratore Greco al Senato: «Roghi tossici, patto imprese-delinquenti»

di Enrico Ferrigno

C’è una correlazione tra le aree più inquinate e quelle interessate dal maggior numero di patologie tumorali. Ed esiste anche una vera filiera dello smaltimento illegale che vede coinvolte imprese fantasma e delinquenza comune che attraverso un sistema di raccolta «porta a porta» prima prelevano gli scarti industriali e poi li danno alle fiamme nelle campagne della tristemente famosa Terra dei Fuochi. A sostenerlo è il procuratore capo Francesco Greco del tribunale Napoli Nord in una nota inviata al senatore Lucio Romano, componente della commissione Igiene e Sanità e relatore dell’indagine sull’inquinamento ambientale e gli effetti sanitari nella Terra dei Fuochi.

«Pur senza voler stabilire alcun nesso eziologico, viene emergendo, con significativa evidenza una correlazione tra le aree dove sono state riscontrate le più importanti criticità ambientali e quelle interessate dal maggior numero di patologie tumorali», esordisce il procuratore capo Greco. Una correlazione che al momento è oggetto di studio nell’ambito del protocollo d’intesa siglato tra la procura Napoli Nord e l’Istituto superiore della sanità. L’indagine congiunta tra magistratura e vertici sanitari coinvolge 38 Comuni a cavallo dell’hinterland casertano e napoletano (quelli di competenza del procuratore) e iscritti a pieno titolo tra i 90 della cosìdetta Terra dei fuochi. E il report sull’attività investigativa non si ferma qui. Sotto la lente di ingrandimento di Greco e dei suoi sostituti è finita anche la qualità dell’aria. Dai monitoraggi effettuati dall’Arpac, spunta fuori che le maggiori criticità sono emerse in quella fetta di territorio prossima all’Acerrano e nel triangolo Casoria, Caivano Giugliano. Lì dove maggiormente si registrano la presenza di scarichi abusivi e di roghi di rifiuti che avvelenano l’aria di diossina e gas nocivi. Ed è proprio qui, in questa fetta di territorio, che ancora una volta Greco evidenzia la correlazione tra le criticità ambientali e i dati relativi all’incidenza delle malattie tumorali.

Archivi