Il Procuratore Capo di Roma Pignatone sbugiarda coloro che continuano a parlare di… “rischi” di infiltrazione mafiosa nella Capitale. Le mafie ci sono e sono ben radicate!!!

E… continuano… a parlare di… ”rischi”… di infiltrazioni mafiose… nella Capitale.

E’ una litania, una sorta di parola d’ordine, da parte di molti uomini della destra nel Lazio ed a Roma.

Si vergognino, perché la realtà è sotto gli occhi di tutti e tentare di nasconderla, oltre ad arrecare danno all’intera comunità perché spegne i riflettori, copre di ridicolo gli autori di tale tesi.

Ha fatto benissimo, quindi, il Procuratore Capo della Repubblica della Capitale Pignatone ad illustrare la situazione in occasione del suo intervento agli Stati Generali della Legalità organizzati dalla CGIL nei giorni scorsi nella Capitale.

Una situazione gravissima che vede tutte le mafie –ma proprio TUTTE, alleate in un patto spartitorio- impegnate ad investire montagne di capitali.

L’intervento di Pignatone ha sbugiardato i cosiddetti”minimalisti” che troviamo in molti comuni del Lazio, a Roma, come nel viterbese, nel frusinate, in provincia di Latina, una regione quasi completamente assediata dalle mafie.

Archivi