Il problema delle Procure, o, meglio, di talune Procure.

C’è un problema serio in Italia che rappresenta un grave impedimento ad una lotta seria contro le mafie.

A parte la corruzione e le connivenze di molti settori della politica e delle istituzioni.

A parte l’omertà, la vigliaccheria della maggior parte della gente.

C’è il problema delle Procure, o meglio di certe Procure.

Ci sono quelle che funzionano e quelle che non funzionano, quelle che sono attente ed attive e quelle che sono disattente ed inattive.

Ci sono magistrati come Ingroia, Scarpinato, la Boccassini, come Caselli, Cafiero de Raho e tanti altri che si sacrificano e rischiano grosso e, poi, ci sono magistrati lenti, disattenti, i cosiddetti “garantisti”, che sottovalutano il pericolo delle mafie. E qualcuno addirittura sembra negarlo.

Non tutti sono uguali, purtroppo.

Noi ci siamo visti costretti a difendere i giudici, tutti, dagli attacchi dissennati di Berlusconi che voleva e vuole fare a pezzi la magistratura, ma certe volte ci viene il dubbio sulla giustezza delle nostre posizioni.

Ce la prendiamo spesso con le forze dell’ordine accusandole di inerzia, di inefficienza, di disattenzione di fronte al fenomeno mafioso.

Ma diciamoci la verità fino in fondo.

Quando un Procuratore chiama i vertici delle forze dell’ordine e dice “voglio questo e quello”, tutti sono costretti a darsi da fare.

In occasione dell’inchiesta Spartacus Cafiero de Raho convocò i vari comandanti, questori ecc. e impartì le direttive.

Non furono pochi che risposero che… non c’era camorra nella misura che si temeva.

Ma Cafiero de Raho fu inflessibile e l’inchiesta partì portando ai risultati a noi tutti noti: decine e decine di ergastoli.

Il problema sta nella mancanza di determinazione e di inflessibilità.

E qua cade l’asino perché quando capita quello che è capitato a Latina dove un Procuratore Capo diceva che… non c’erano organizzazioni camorristiche tutto è fermo.

Allora prendiamocela pure con il Comandante provinciale della Guardia di Finanza o con quello degli altri corpi, ma guardiamo la realtà fino in fondo e domandiamoci se la Procura o le Procure funzionano o non funzionano…

Archivi