Il problema dei problemi a Latina e Frosinone.: la “qualità” delle indagini ed il funzionamento degli apparati investigativi

NON LO SI VUOLE CAPIRE (O SI FA FINTA DI NON CAPIRE): IL PROBLEMA DEI PROBLEMI NELLE PROVINCE DI LATINA E DI FROSINONE E’ RAPPRESENTATO DALLA “QUALITA’” DELLE INDAGINI

… e degli investigatori.

Ci domandiamo e domandiamo: perché, sotto la gestione del Col. Rotondi dei carabinieri a Latina e quella del Col. Salato della guardia di Finanza a Frosinone, le cose hanno funzionato e si sono trovate montagne di capitali illeciti e con gli altri poco o niente???

Qualcuno ce lo deve spiegare.

E la spiegazione sta nel fatto che gli altri hanno affrontato ed affrontano il problema mafia da un’ottica da ordine pubblico e basta.

Vecchie strategie e vecchie tattiche.

Non ce la possiamo nemmeno prendere con i giudici inquirenti perché se sulle scrivanie di questi fossero arrivate informative precise e dettagliate non ci sarebbero state le anomalie che si lamentano.

Allora i Ministri Maroni, Alfano e La Russa, se veramente vogliono debellare le mafie (quelle politica ed economica, non solo quella militare come comunemente si è fatto finora) affrontino e risolvano il problema della riorganizzazione delle forze dell’ordine.

E non fateci leggere più dichiarazioni minimaliste, come abbiamo letto in questi giorni a Frosinone, perché, altrimenti, ci costringete ad essere veramente cattivi.

Archivi