Il problema centrale oggi è la selezione della classe politica

Latina, 04-03-2006

IL PROBLEMA CENTRALE OGGI E’ LA SELEZIONE DELLA CLASSE POLITICA QUESTO VALE PER ARDEA, COME PER FONDI, GAETA, SAN FELICE CIRCEO E COSI’ VIA.

E’ un grosso bubbone, oggi, la corruzione che investe molte nostre amministrazioni pubbliche. Il problema centrale di fronte al quale ci troviamo spesso nelle vita politica ed amministrativa del Paese è rappresentato da un profondo scadimento di valori. E’ la logica del particolare, dell’interesse personale, dell’affare, che prevale e, ciò che è più grave, è il fatto che questa è quasi universalmente esaltata. E’ il morbo che appesta la nostra vita sociale. Una situazione, questa, davvero preoccupante per chi, come noi, crede fortemente nei valori della giustizia, della legalità, della solidarietà fra le persone.

Chi ha vissuto, o, peggio, vive oggi la vita politica od amministrativa sa quanto sia diffusa la metastasi.

Troppi affaristi, troppi corrotti o corruttori sono oggi presenti nei consigli comunali, provinciali, regionali e nelle aule parlamentari e nessuno assume iniziative serie per contrastare tutto ciò. Ci si meraviglia poi della presenza nelle stesse sedi di mafiosi o amici dei mafiosi!!!??!!??…. Troppa gente senza scrupoli, che pensa solo ai propri interessi, siede sugli scanni delle varie assisi pubbliche. Se la colpa è in parte dei cittadini che votano queste persone, lo è maggiormente dei partiti politici che le mettono nelle liste dei candidati. Allora il marcio è nei partiti. E’ questo che non si ha il coraggio di ammettere, evitando il perpetuarsi di tale situazione che sta minando le sorti della nostra democrazia.

Quindi, il problema della selezione della classe politica è il problema dei problemi. Tutto il resto è bla bla…

Archivi