Il nuovo Consiglio Direttivo nazionale dell’Associazione Caponnetto che avrà vita nell’Assemblea generale degli iscritti che ci sarà ad aprile prossimo.Ora avanti con la campagna tesseramento ed attenti alle infiltrazioni di mafiosi ed anche di persone equivoche e non serie……………………….

IL  CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE CHE VERRA’ FUORI DALL’ASSEMBLEA GENERALE DEGLI ISCRITTI  ALL’ASSOCIAZIONE  CAPONNETTO NELL’APRILE PROSSIMO….

 

Un  Direttivo di acciaio,costituito tutto da persone che operano o hanno operato al fronte e che sanno cosa significa “mafia”.

Almeno due Testimoni di Giustizia, due-tre  parlamentari ed ex parlamentari  che hanno combattuto e combattono sul fronte della legalità e della Giustizia,due -tre funzionari di polizia  ed altri  appartenenti alle forze dell’ordine anche essi combattenti di prima linea e con larghissima esperienza nella lotta alle mafie,avvocati di grido ed esperti di problemi di mafia,e,poi,amici provati e motivati,senza alcun interesse se non quello di combattere il malaffare e le mafie:Gennaro Varriale,Bruno Fiore,Paolo Costa ed ancora combattenti come Stella Dante,Gabriella Alfonsi,neofite,ma anche esse  combattenti  attualmente nella vita pubblica.Ed ancora altre ed altri amici  che individueremo  attraverso il nuovo tesseramento  che,iniziato ora,si chiuderà alla fine di marzo.

Una macchina da guerra,come la situazione drammatica del Paese impone,che terrà lontani  gaglioffi,affaristi,opportunisti ,parolai ed ignavi.

Il motto dell’Associazione Caponnetto é “Altro ed Alto” ed “altro ed alto” essa sarà.

Il sogno che chi scrive ha inseguito  in quindici anni di duro lavoro fatto sempre con l’aiuto di due-tre, massimo quattro  amici ed amiche.

In mezzo anche a persone che si avvicinavano  con intenzioni becere ed opportunistiche e che,poi,se ne scappavano  al primo schioppo di fucile.

Dire mafia non é come dire  bruscolini e per combatterla  seriamente c’é bisogno di persone serie,motivate,riservate,preparate e che abbiano senso dello Stato.

Quello di diritto,però,quello vero e non lo stato-mafia !

C’é bisogno di combattenti.

Tosti e sempre pronti ad uscire dalla trincea per assalire  il nemico.

Archivi