Il nostro urlo di ORRORE!!!

IL NOSTRO URLO DI ORRORE: NO, NO, NO, NO, NO!!!
Mille, un milione di NO!!!
Se siamo ancora in uno Stato di Diritto, il Capo dello Stato e il Presidente del Consiglio dei Ministri in persona chiedano scusa pubblicamente a Pietro Di Costa e Gennaro Ciliberto e facciano subito trasferire nel più lontano presidio del Paese esecutori ed eventuali mandanti di un’operazione che non fa onore ad un Paese civile e democratico.
NON SI TRATTANO COSI’ DUE TESTIMONI DI GIUSTIZIA CHE OGNI GIORNO METTONO A REPENTAGLIO LA VITA PROPRIA E DEI LORO FAMILIARI PER SERVIRE LA GIUSTIZIA CONTRO I MAFIOSI.
Tutto per una ganascia!!!
A Roma, di fronte al Viminale, il palazzo simbolo della legalità.
Per una ganascia alle ruote della loro autovettura parcheggiata dopo il regolare pagamento del ticket.
VERGOGNA!
Trattati come volgari delinquenti:
ammanettato Pietro Di Costa e, poi, trasportato, insieme a Gennaro Ciliberto, in un lontano centro per la fotosegnaletica e la ripresa delle impronte digitali di entrambi.
Mezzo denudati, peraltro, nel freddo della notte, per verificare se avessero tatuaggi.
Orrore!!!

Archivi