Il nostro grazie sentito ai Magistrati campani

E’ la seconda-terza volta che per un motivo o l’altro abbiamo contatti con i magistrati della DDA e delle Procure e dei Tribunali campani e dobbiamo pubblicamente ammettere che sono veramente meravigliosi.

Li abbiamo trovati sempre aperti, disponibili, pronti al confronto ed alla collaborazione.

Non si sono mai tirati indietro di fronte ai nostri inviti.

Sarà perché si tratta di persone che hanno sempre operato al fronte, in una regione con una lunga tradizione mafiosa e, quindi, pienamente consapevoli della pericolosità e capacità invasiva dei gruppi criminali e, quindi, del valore del contributo che possono dare gruppi di cittadini, come noi, che si mettono a disposizione dello Stato contro l’antistato.

Sarà perché hanno avuto modo di giudicarci per quanto abbiamo fatto e facciamo come associazione che non si limita a chiacchierare ma, al contrario, produce atti, atti concreti.

Non lo sappiamo.

Certo è che noi avuto modo di giudicarli sul piano anche della loro bravura nell’intessere i rapporti con il mondo esterno a loro, con le forze dell’ordine in primis, ma pure con i mondi del giornalismo di inchiesta e con l’associazionismo.

Ti seguono, accettano il colloquio, apprezzano il contributo che dai e vuoi dare.

Quasi a sollecitartelo.

Ti fanno venire la voglia di aiutarli.

Sono persone che lavorano intensamente, in una situazione difficile, in contesti anche pericolosi e che proprio per questo vanno apprezzati di più.

Molte delle inchieste che interessano anche i nostri territori del Lazio sono svolte da loro in quanto è dalla Campania che provengono i clan che si sono insediati fra di noi creando, peraltro, una rete autoctona di sodali nati e cresciuti nelle nostre zone.

Un sistema di ramificazioni, di collusioni che quei magistrati conoscono benissimo, sicuramente più di molti di noi e, probabilmente, anche di taluni loro colleghi laziali meno avvezzi al fenomeno mafioso e, in particolare, camorristico.

Siamo lieti di averli conosciuti e di aver avuto il piacere di apprezzare le loro qualità professionali ed umane.

Nell’esprimere ad essi i sentimenti della nostra più profonda stima e di infinita gratitudine per quanto essi fanno con grande senso di abnegazione, ci mettiamo a disposizione per quel modesto ma sentito contributo che ci sentiamo di dare alla lotta contro il malaffare e le mafie.

Archivi