Il no del Riesame: «De Lucia spregiudicata e avvezza alla corruzione».Agli arresti domiciliari nella sua villa estiva di Minturno,in provincia di Latina.

Il Mattino, Martedì 24 Maggio 2016, 08:31

Il no del Riesame: «De Lucia spregiudicata e avvezza alla corruzione»

di Biagio Salvati

CASERTA – Quaranta pagine di motivazione, di cui un terzo riguardanti le intercettazioni contenute nell’ordinanza del gip e considerazioni di quest’ultimo, che non si discostano da quanto deciso dal giudice che firmò l’arresto per l’oramai ex sindaca di Maddaloni, Rosa De Lucia, da un paio di settimane agli arresti domiciliari (concessi dal gip) nella sua abitazione estiva di Minturno per la vicenda giudiziaria sulla tangentopoli all’ombra dell’antica Calatia.
Le ha depositate, dopo la richiesta di scarcerazione dei suoi difensori – gli avvocati Amedeo Barletta e Giulia Bongiorno – il Tribunale del Riesame distrettuale (presidente Luigi Esposito, giudici Stefania Amodeo e Francesco Caramico D’Auria) che conclude l’ordinanza definendo l’ex prima cittadina «indifendibile» e descrivendola, sotto il profilo cautelare, «pienamente avvezza rispetto alle pratiche corruttive, delle quali ha fatto il proprio modus gestendi, caratterizzato anche da estrema e raccapricciante tracotanza, più volte manifestata, minacciando chi voleva ostacolarla ed esercitando pressioni su diversi esponenti degli enti locali», evidenziando che «non occorrono molte parole per sottolineare l’estrema gravità dei fatti e la negativa personalità della De Lucia».
Un «no» alla scarcerazione, quello del Riesame, basato sulla possibilità di reiterazioni dei reati da parte della professionista in un momento in cui l’indagine è ancora in corso e non è del tutto svelata.


Archivi