Il Governo vuole istituire un deposito di scorie nucleari al Garigliano? Quale ruolo avrebbe il Porto di Gaeta? Pericolo mafie

POLO AGROALIMENTARE CON IL PORTO DI GAETA?

COME SI CONCILIA UN DISEGNO DEL GENERE CON IL PROGETTO DEL GOVERNO DI ISTITUIRE UN DEPOSITO DI SCORIE NUCLEARI AL GARIGLIANO CHE VEDREBBE INEVITABILMENTE LO STESSO PORTO DI GAETA COME SCALO PER LO SCARICO DELLLE STESSE SCORIE???

Il problema non è solamente economico e sanitario, come è stato sottolineato durante il convegno di Sinistra Ecologia e Libertà svoltosi a Gaeta alla presenza di Mattioli e Musacchio.

E’ vero; tutta l’economia del sud pontino –e non solo- salterebbe con l’eventuale istituzione di un deposito di scorie nucleari al Garigliano, su un territorio-quello del Golfo di Gaeta – riconosciuto da tutti ad alta vocazione turistica.

Un territorio, però, -diciamolo – già danneggiato dai traffici del pet coke che fanno capo sempre al porto di Gaeta, traffici che inspiegabilmente non si è riusciti finora a far spostare in altra parte del Paese, malgrado le proteste dei cittadini del Golfo e di numerose denunce di Legambiente, WWF ed altre Associazioni alla Magistratura di Latina.

Ma c’è un altro aspetto che inquieta particolarmente chi, come noi, è attento al fenomeno delle infiltrazioni mafiose in questo territorio già invaso da una criminalità organizzata che è riuscita ad inserirsi anche nella politica e nelle istituzioni.

Quando si parla di questi temi, non si può evitare di ignorare l’equiparazione “ rifiuti-mafie”.

Quello dello smaltimento e del traffico dei rifiuti è uno dei business privilegiati dalla criminalità organizzata.

Dove verrebbero scaricate le scorie nucleari da depositare al Garigliano se non nel porto di Gaeta?…

E chi gestirebbe il trasporto di tali scorie per e dal porto di Gaeta?

Domande inquietanti alle quali pare che nessuno abbia voglia di rispondere.

Almeno fino ad oggi.

Vogliamo attirare in provincia di Latina –ed in quella confinante di Frosinone – un altro esercito di mafiosi???

Berlusconi e Scaiola ed i loro rappresentanti sul posto ci rispondano!!!

Archivi