“Il Governo per Fondi ha deciso di non decidere. Vergogna” Avv.Francesco Fusco

Lettera Aperta: comunicato stampa

il C.D.M: di questa mattina ha deciso di non decidere: VERGOGNA

nel video della conferenza (C.D.M. del 16/10/09) il Ministro Maroni  (che per la seconda volta, aveva chiesto lo scioglimento del Consiglio Comunale di Fondi, convalidando la seconda richiesta del Prefetto di Latnia):

– nella prima parte (che dura a lungo) elogia i risultati ottenuti dal Governo Berlusconi alla lotta contro la Mafia, poi

– nella seconda parte (alla quale dedica poco tempo),  prende atto che il Consiglio Comunale di Fondi si è sciolto, quindi che non c’è più, che il Prefetto, anzi LUI stesso, ha nominato il Commissario, conclude che la cosa migliore sia di rimettere la parola ai cittadini con le elezioni a marzo 2010;

– ma questo è ciò che prevede la nuova legge ? si ricorda che il CDM rinviò il caso Fondi, proprio per poter applicare la nuova legge (che ancora doveva entrare in vigore);

orbene, leggendo le nuove norme sullo scioglimento del Consiglio Comunale per infiltrazioni mafiose, si evince chiaramente che le dimissioni del Sindaco,  non costituisce una condizione ostativa per lo scioglimento del Consiglio Comunale, si veda l’art. 143, ultimo comma (norma anti – elusiva della legge stessa); fatto invece accaduto a Fondi, che potrebbero essere chiamate “dimissioni tattiche” la dove il precedente CDM aveva rinviato la decisione solo perchè si era sentito dire che ci sarebbero state le dimissioni;

sembrerebbe che oggi il CDM abbia applicato solo il comma VII, sempre dell’art. 143, ossia se si ritiene che non sussistano i presupposti per lo scioglimento, in tal caso deve essere emesso entro tre mesi dalla trasmissione della relazione un decreto di conclusione del procedimento in cui dà conto degli esiti dell’attività di accertamento (ma in tal caso, competente non è il CDM ma solo il Ministro);

orbene: siamo curiosi di leggere la motivazione di questo decreto per vedere in che modo sarà possibile confutare tutti gli accertamenti svolti dalle autorità competenti;

– poi Berlusconi, rivolgendosi a MARONI, ha detto che con questo, sarebbe (cioè Maroni) passato alla storia; si a NS. avviso, passerà alla storia come primo precedente gravissimo, nel quale il CDM non accoglie la richiesta di scioglimento, dando un segnale e un regalo alla criminalità organizzata e uno schiaffo ai cittadini onesti !;

–  inoltre si parla del caso Fondi (come già detto) solo nel  “video”  (e nei modi già spiegati) mentre nessun accenno viene fatto del caso Fondi nel   “comunicato stampa” del C.D.M. sempre di questa mattina;

perché ? forse perché si è voluto applicare solo il comma VII, sempre dell’art. 143, quindi la pratica non passerebbe per il CDM ma si fermerebbe solo al Ministro Maroni che la chiude con un decreto;

– ma questo Maroni (il cui video di oggi sembra identico al precedente question time) è un Maroni assai diverso dal primo question time dove disse categoricamente che “era doveroso sciogliere il Comune di Fondi per infiltrazione mafiosa” si veda:

Http://www.youtube.com/watch?v=JyLBZZO3HCU&feature=channel_page

– a prima vista sembra quindi che c’è qualcosa di strano; a prima vista sembra che sia stata violata la legge che si sarebbe dovuta applicare in questi casi;

– prima ha parlato il Premier con attacchi alla Corte Costituzionale e affermando che il suo potere deriva solo dal popolo sovrano;

– potremmo allora forse dire, che quindi anche a Fondi, si può fare a meno di tutti gli atti compiuti dalle autorità competenti, perché anche a Fondi CHI decide è solo il popolo con le elezioni di marzo prossimo ?

– ma questo è ciò che prevede la legge ?

– ma non è tutto strano questo ?

– sono ravvisabili dei reati o oppure no, nel comportamento del Governo ?

Fondi lì 09/10/2009

francesco fusco

Archivi