Il dramma della provincia di Latina, completamente inerte di fronte al fenomeno dell’occupazione mafiosa del territorio

IL DRAMMA DELLA PROVINCIA DI LATINA PER QUANTO RIGUARDA L’AZIONE DI CONTRASTO DELLE MAFIE

Che il tessuto della provincia di Latina sia fortemente inquinato dalla presenza mafiosa è cosa nota e stranota e non c’è più alcun bisogno di sottolinearlo come spesso siamo costretti a vedere e sentire.

E’ stata riscontrata tale presenza perfino su un’isola dalle piccole dimensioni, qual’è Ventotene.

Non parliamo dei comuni più grandi, a cominciare da quello capoluogo di provincia, Latina, dove sono state riversate montagne di capitali sulla cui origine nessuno si è posto finora alcun interrogativo.

Ma quello che ci preoccupa maggiormente è l’atteggiamento della gente comune che, malgrado tutto, continua a girarsi dall’altra parte facendo finta di non vedere.

Un popolo, quello pontino, che, fatta qualche rarissima eccezione, mostra di aver perso la capacità di una pur minima reazione.

Su un terreno così oleoso, è inevitabile che le mafie, tutte le mafie, a cominciare da quelle economica e politica, trovino terreno fertile per la loro espansione e per il loro radicamento.

Un radicamento che non risparmia alcun settore della vita economica, sociale, politica e istituzionale.

C’è una fascia sociale, quella comunemente definita dei “ colletti bianchi”, costituita da una serie di professionisti, che non si fa scrupoli di far affari con le mafie senza preoccuparsi dell’odore e del colore dei soldi.

Poi ci sono, sempre fra i cosiddetti “colletti bianchi”, quelli che apertamente difendono i mafiosi, attaccando duramente quelli, come noi, il Prefetto Frattasi, le forze dell’ordine ecc. , che combattono non con le chiacchiere ma con i fatti le mafie.

In questi giorni ci siamo visti costretti a polemizzare con durezza con i dirigenti provinciali e locali del Partito Democratico per aver essi perduta un’occasione irrepetibile per richiamare i cittadini pontini, almeno quelli onesti, al loro senso di responsabilità di fronte al fenomeno mafioso che sta devastando l’intero territorio della provincia di Latina e del Lazio.

Dirigenti del PD che, purtroppo, hanno rivelato tutta la loro pochezza politica nel trattare il tema con una superficialità ed una genericità davvero imperdonabili.

Una vera e propria saga del bla bla che non ha portato un benché minimo contributo ad un necessario ed urgente processo di chiarificazione di fronte alla montagna di mistificazioni e di minimizzazione del fenomeno mafioso cui siamo costretti da anni ad assistere.

Archivi